Per chi ha la passione dell’equitazione scegliere “l’armatura” giusta rappresenta davvero uno dei punti fondamentali  che non va assolutamente sottovalutato.  Il primo elemento da prendere in considerazione  se si vuole entrare nel mondo dell‘equitazione è sicuramente la sella;  sul mercato ne esistono davvero di diversi tipi ma questa va scelta sulla base delle proprie esigenze così come a quelle del cavallo.  Non tutti sanno che la scelta della sella è importante perché questa determina l’andatura del destriero rendendolo più mansueto ed ancora sembra essere fondamentale in quanto contribuisce al benessere della schiena. Piuttosto che cercare la sella più bella esteticamente parlando o quella che costa meno, bisognerebbe puntare su quella più adatta,  come abbiamo già anticipato,  sia alle  nostre esigenze che a quelle del cavallo.
Scegliere la sella più opportuna per il cavallo risulta un preciso dovere del buon cavaliere perché in questo modo antepone agli istinti narcisistici le preoccupazioni in prevalenti per il cavallo. Solitamente le selle sono prodotte in cuoio lucido e possono essere morbide e flessibili,  ma la cosa più importante è che devono calzare perfettamente al cavallo senza alcuna forzatura.  A seconda del tipo di cavallo esistono delle selle più adatte all’uno che all’altro,  è tra i tanti noi oggi vogliamo soffermarci sui cavalli western,  i quali devono essere molto docili e tranquilli e proprio per questo motivo, le scelte  dei cowboy ricadono su 3 razze in particolare ovvero i Quarter Horse, Paint e Appaloosa.

La monta western risulta più particolare rispetto alle altre e per questo richiede dei finimenti e bardature peculiari; andando nello specifico, le redini dovranno essere due, le briglie sono essenzialmente di due tipi, ovvero a testiera con passa orecchie, e le imboccature dovranno essere più leggere e costruite con una lega di ferro. Riguardo la sella, questa è costituita per lo più dagli stessi elementi che compongono le selle classiche, ma con alcune differenze, tra le quali la conformazione del pomo, che in queste risulta più pronunciato e dove vengono fissate le cime da lavoro. Sostanzialmente, però, possiamo dire che esistono diversi tipi di selle western, ovvero:  il modello cutting- a seggio piatto- con pomo in evienza, – quello ranch, quello di uso generico, il roping e quella destinata al lavoro. Le selle di tipo americano, ovvero quelle adatte per l’equitazione western sono caratterizzate per lo più da arcione e pomello;  generalmente il cavallo si guida impugnando le redini con una sola mano.

Print Friendly

A proposito dell'autore

Foto del profilo di Nicola D'Auria
direttore editoriale

Sono un appassionato della comunicazione e la seguo come il calcio.

Scrivi