Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Il Festival dei 2 Mondi di Spoleto festeggia il 60° anniversario con un calendario ricco di eventi.

La 60° edizione del Festival dei 2  Mondi di Spoleto si svolgerà dal 30 giugno al 16 luglio, con 17 giorni ricchi di eventi che trasformerà la cittadina umbra in un palcoscenico con spettacoli di opera musica, teatro e danza, mostre, appuntamenti cinematografici e tantissimi ospiti.

Sotto la guida di Giorgio Ferrara, il Festival di Spoleto è cresciuto di anno in anno, contando 80.000 presenze nel 2016. Ciò ha contribuito a rafforzare l’attenzione delle istituzioni, degli artisti, degli operatori, delle aziende, dei media nei confronti della manifestazione che si è affermata quale evento di risonanza mondiale e appuntamento da non perdere.

Anish Kapoor, fra i più grandi artisti della scena contemporanea, firma l’immagine simbolo del manifesto del Festival di Spoleto 60.

Tra le anticipazioni del Festival dei 2 Mondi di Spoleto l’opera di apertura scelta è il “Don Giovanni” di Mozart, che conclude il progetto artistico triennale della trilogia di Mozart/Da Ponte, realizzato grazie alla collaborazione con il Ravenna Festival, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e il Teatro Coccia di Novara.

Il concerto di chiusura, invece, vedrà esibirsi 15 che dirigerà la sua amata Orchestra Giovanile Luigi Cherubini da lui stesso fondata nel 2004.

Il Festival vuole inoltre dedicare un momento di riflessione e raccoglimento al terremoto che ha colpito il centro Italia, soffocando centinaia di storie.

Per l’occasione ha commissionato a Silvia Colasanti la scrittura di un Requiem, per Soli, Coro e Orchestra: appuntamento per il 2 luglio in Piazza Duomo.

Dal 7 al 9 luglio, verrà presentato uno spettacolo in lingua cinese tratto dalla commedia “Aveva due pistole con gli occhi bianchi e neri“, che Dario Fo scrisse nel 1960. Con la regia del più innovativo e celebrato regista teatrale cinese, Meng Jinghui, questa prima messa in scena in Italia del testo di Dario Fo, in cinese, sarà un omaggio al nostro grande autore e premio Nobel per la letteratura, oltre che un segnale evidente del reciproco interesse in ambito culturale che sta crescendo fra Italia e Cina.

Altro evento da non perdere, al Teatro Caio Melisso, lo spettacolo “La Scortecata“, liberamente tratto da “Lo cunto de li cunti” di Giambattista Basile con Carmine Maringola e Salvatore D’Onofrio e il testo e la regia di Emma Dante.

Molto attesi i balletti di Roberto Bolle and Friends  e di Eleonora Abbagnato ne ‘Il mito di Medea – omaggio a Maria Callas’.

Il Festival di Spoleto ha il sostegno di chi fortemente crede nella efficacia e nel coraggio della cultura.

Primo tra tutti, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che continua con convinzione a investire nel Festival, delle Istituzioni del territorio – Regione Umbria, Città di Spoleto – della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, della Fondazione Carla Fendi, degli Istituti bancari – Banca Popolare di Spoleto del Gruppo Banco Desio e Intesa SanPaolo – delle realtà aziendali – Paolo e Noemia d’Amico Wines, Monini, Mercedes-Benz Italia, Poste Italiane, Fabiana Filippi, e molti altri

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi