Fresco di festeggiamenti per i due anni di attività compiuti, il Beer Garden si approssima a dare inizio ad un calendario di eventi musicali, sotto la direzione artistica di New Reel Records, che arricchiranno le serate del locale sito in via Discesa Coroglio 34.
Si comincia con Gnut, gruppo impegnato in un tour estivo e nella realizzazione di un nuovo disco. Sabato 29 aprile, ore 21, potremo infatti ascoltare oltre ai brani dell’album “Domestico” anche inediti in anteprima. Sul palco si esibiranno: Claudio Domestico (chitarra e voce), Marco Caligiuri (batteria), Gianluca Capurro (chitarra), Valerio Mola (contrabasso), Daniele “Mr Coffee” Rossi (tastiere), Mattia Boschi (violoncello).

Venerdì 5 maggio, ore 21, sarà il turno di Tartaglia Aneuro, anch’esso in tour con il suo album “Per errore”, in cui si da voce alla sofferenza dell’uomo contemporaneo che si è allontanato dalla natura e da se stesso.
La settimana successiva vedrà sabato 6 maggio un doppio live. Suoneranno al Beer Garden, infatti, due band:i Ventinove e Trenta e dei Thisage. I Ventinove e Trenta nascono nel 2015 e sono convinti che la musica sia essenzialmente divertimento. Il loro repertorio è interamente in lingua napoletana, con suoni che appartengono al blues, swing, funk. I membri sono: Carlo de Rosa (voce), Pasquale Di Marino (batteria), Roberto Veneri (chitarra), Francesco Verrone (basso), Alessandro Zinno (sassofono). Thisage, invece, pone al centro della propria musica l’esprimere il proprio sentimento. Sul palco ci sono: Mario Manduca (voce, chitarra), Andrea Boccia (voce, chitarra), Lorenzo Manduca (voce, basso), Marco Fiandra (percussioni), Andrea Esposito (rap).
Venerdì 12 maggio, alle 21, avremo Nicola Caso & Powa Trio, composto da Nicola Caso (voce e chitarra), Gianmarco Angelone (basso), Leo Ingegno (batteria). Dopo dieci anni dal primo album, Nicola caso ritorna con “Svendesi”, album composto da due dischi, “Odio” e “Svendesi”, separati ma uniti nell’intento musicale.
La serata di sabato 13 maggio, alle 21, è dedicata al rap. Peppe-oh e la BabeBand incidono nel 2015 “Sono un cantante di Rap”. In quell’estate suonano insieme per puro divertimento Pepp-Oh, Salvatore Cecere (batterista), Marco Cecere (bassista) e Luca Fiorillo (chitarrista). In un secondo momento si uniscono le tastiere e le sequenze di Gianluca Albrizio (DJ Cioppi) e Paolo Astarita.
Venerdì 19 maggio, alle 21, i pirati raggiungono il Beer Garden, grazie a Capitan Capitone e i Parenti della Sposa, in formazione completa.On stage: Daniele Sepe, Tommy De Paola, Paolo Forlini, Davide Afzal, Mario Insenga (Blue Stuff), Maurizio Capone (Capone & BungtBangt), Alessio Sollo (The Collettivo), Dario Sansone (Foja), Gnut, Roberto Colella (La Maschera), Alessandro Morlando (La Maschera), Martina De Falco, Andrea Tartaglia (Tartaglia Aneuro), Sara Sossia Squeglia, Gino Fastidio, Carmine D’Aniello (‘O Rom), Nelson.
Sabato 20 maggio, alle 21, c’è lo swing della Uanema Swing Orchestra. Il progetto inizialmente prevedeva un laboratorio di musica all’ex Asilo Filangieri. L’orchestra partenopea risponderà poi alle esigenze della nuova generazione di ballerini di questo nuovo ballo, noto come Lindy Hop. Sul palco Sara Persico (voce); Ciro Riccardi (tromba); Rino Saggio (sassofono tenore); Massimiliano Sacchi, (sassofono baritono e clarinetto); Mario Tammaro (trombone); Dario De Luca (chitarra); Bruno Belardi (contrabbasso) e Matteo Nocera (batteria).
Venerdì 26 maggio, alle 21, c’è Piero Gallo Quartet con l’energia di Mediterranean Experience e l’intreccio di folk e world music. Con Piero Gallo (mandolina, strumento ricavato dalla fusione di mandolino e mandola), Raffaele Vitiello (chitarre), Marco Caligiuri (batteria) e Luca Caligiuri (basso).
Infine, per concludere, sabato 27 maggio, alle 21, c’è Slivovitz, un progetto partito nel 2001 e che continua a crescere, nel solco della musica etnica jazz rock. Hanno pubblicato tre dischi: Slivovitz (Ethnoworld 2005), Hubris (registrato nel 2007 e pubblicato da Moonjune nel 2009) e Bani Ahead (Moonjune 2011). Gli Slivovitz sono Derek Di Perri, Marcello Giannini, Vincenzo Lamagna, Salvatore Rainone, Ciro Riccardi, Pietro Santangelo, Riccardo Villari.

Print Friendly

Scrivi