Si è svolta ieri presso la Libreria Il Dono di Aversa, la presentazione del primo romanzo dello scrittore Aniceto Fiorillo dal titolo Kilometro Zero.

In una libreria come tante, stracolma di libri, luogo di accoglienza della parola verbale e scritta, la Libreria il Dono si differenzia dalle altre per molteplici fattori – il primo su tutti – quello che salta subito allo sguardo di chi vi accede, è l’ affascinante e disarmonico equilibrio con cui vengono tenuti i testi. Qui,  sabato 28 gennaio si è svolta  la presentazione del giovane scrittore Aniceto Fiorillo col suo primo romanzo dal titolo Kilometro Zero, per la Nativi Digitali Edizioni, uscito a novembre 2016.

La sala gremita e interattiva ha assistito ad una presentazione intensa e partecipata dai relatori: il professore Cesario Oliva, il giornalista Dott. Ernesto Ferrante, l’autore Aniceto Fiorillo, moderato con grazia da Luisa Tirozzi; sono intervenute le giovani studentesse del blog di cultura e informazione Agorà del Liceo Classico Domenico Cirillo di Aversa, leggendo alcuni passi del romanzo. Presente la dottoressa Emilia Narciso, presidente del Comitato Unicef Caserta. Il tutto è stato introdotto dal professor Fortunato Allegro, da buon padrone di casa egli ha spiegato e introdotto al luogo dove si svolgeva la presentazione: La Libreria il Dono. Un tempo era la vecchia palestra del liceo artistico aversano, poi un sito per anni abbandonato. Dunque un luogo riciclato e portato a nuova vita; essa si trova nel centro cittadino e  da nove anni svolge un ruolo di mediatore fra coloro che donano libri e loro che li distribuiscono, gratuitamente i libri di testo. Conclude l’ intervento il professor Allegro, rimarcando  e rilanciando  l’idea di ospitare nella libreria Il Dono soprattutto le presentazioni di giovani scrittori come Aniceto Fiorillo, sgravandoli dall’onere di fittare sale, spesso con prezzi proibitivi per chi si addentra per la prima volta in questo ambito.

Lo scrittore Aniceto Fiorillo, racconta in Kilomentro Zero la storia di Bruno e del suo viaggio attraverso l’Europa, un cammino che lo porterà ad incontrare personaggi e vite; un percorso esteriore ed interiore, il cui capolinea sarà determinato dal riconoscere i propri limiti per poi superarli e accettarli. Un romanzo al passo coi tempi, fruibile, accattivante e che conquista da subito.

Dice di sé lo scrittore: ” in comune con il protagonista ho solo la passione per il viaggio, ma non è affatto autobiografico

Difatti lo scrittore, seppur giovane, la  sua vita l’ha portato spesso a cambiare vita e luoghi, in Italia come in Europa, sia per il piacere del viaggiare, come la ricerca di un lavoro che gli permettesse di scrivere senza pensieri.

Ha vissuto a  Bruxelles, a Malta, a Bolzano imparando l’inglese e il francese. Poi di nuovo a Napoli, terra natia, più avanti Roma dove oggi insegna; in tutti questi passaggi di vita, abitudini, lavori, c’è sempre stato un unico filo conduttore: la scrittura.

foto : fonte web

Print Friendly

A proposito dell'autore

Agente di viaggio. Tour organizer. Curiosa di tutto ciò che mi circonda. Il mondo in questo non finisce mai di stupirmi. Amo l'Arte tutta che seguo con passione. Seguo la politica, in particolare quella medio orientale. La mia passione è il giardinaggio, di più viaggiare; quest'ultimo è scontato. Amo perdermi con lo sguardo sull'orizzonte che sia mare,montagna o di un prato. Mi piace immaginare oltre quello che vedo. Mi perdo negli occhi delle persone che ascolto ed osservo. Trovo che siano una scuola di vita. Io,cosi !

Scrivi