Domani a mezzogiorno e mezzo, l’Inter sarà di scena a Verona per trovare continuità di gioco e risultati

 

Dopo il successo sull’altra squadra di Verona, il Chievo, la squadra di Roberto Mancini scende alle 12.30 al Bentegodi contro l’ultima della classe, alla ricerca di continuità sia di gioco che di risultati.

 

La prova e il successo in settimana ha dato alla truppa nerazzurra un po’ di serenità dopo le critiche piovuti nel mese di gennaio, dove i nerazzurri hanno perso non solo il primo posto ma hanno visto tre squadre sorpassarli e altre due che si sono ravvicinate e aspettano solo un mezzo passo falso per lasciarli dietro.

 

Contro il Verona di Del Neri, che ha colto in settimana contro l’Atalanta tre punti vitali, l’ordine della società a Mancini e suoi giocatore è uno solo – VINCERE.

 

 

Perdere punti in quel di Verona a sette giorni dallo scontro Champions con i viola sarebbe un suicidio. Contro gli scaligeri Mancini avrà Miranda squalificato, una perdita non da poco con il tecnico che deve scegliere se arretrare Medel a fianco di Murillo, come già successo in questo campionato, o dare al cileno un turno di riposo e far giocare Juan Jesus a fianco del colombiano.

La speranza dei tifosi è che il tecnico di Jesi non scombussola la formazione e vista la prova fornita mercoledì opta a riconfermare gli stessi undici con qualche variante forse in attacco dove Perisic o Ljajic potranno rilevare Palacio.

 

L’unica cosa certa adesso di questa squadra a parte Handanovic in porta, sono i due attaccanti Mauro Icardi e il nuovo arrivato Eder che subito si è inserito bene in squadra e ai quali Mister Mancini chiede i gol per portare in porto quel posto Champions che società e tifosi chiedono come il minimo indispensabile visto l’investimento fatto in questa stagione.

I precedenti giocati al Bentegodi sorridono ai colori nerazzurri che nei 33 incontri disputati nella massima serie hanno vinto 18 volte, perdendo 6 e pareggiando 9 volte. Anche in fatto di gol i nerazzurri hanno segnato 50 reti ai gialloblù mentre 28 sono stati i gol subiti. L’ultimo successo dell’Inter è targato la scorsa stagione con un 3-0 firmato Icardi, Palacio e autorete di Moras. Mentre per trovare l’ultimo successo del Hellas dobbiamo andare indietro nel tempo, precisamente il 9 febbraio 1992 alla 20^ giornata quando gli scaligeri vinsero 1-0 con gol di Rossi.

Ad arbitrare Hellas VeronaInter è stato chiamato Piero Giacomelli della sezione di Trieste. Per l’arbitro triestino sarà la quarta volta che dirige i nerazzurri che, sotto la sua direzione, hanno vinto una sola gara, pareggiando una e persa una. Per il Verona sarà la dodicesima volta e nei precedenti gli scaligeri hanno vinto 3 volte, pareggiando altrettanto e perdendo 5.

Appuntamento alle 12:30 di domani e speriamo che sia un pranzo digeribile.

Print Friendly

A proposito dell'autore

Foto del profilo di Joseph Mula

Scrivi