Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Carnevale non è solo allegria di maschere, coriandoli e stelle filanti, ma significa anche tante golosità da assaporare.

Iniziamo la galleria di ricette carnevalesche partendo dalle Castagnole, squisite palline fritte, semplici o ripiene.

Storia e provenienza

Il nome deriva proprio dalla loro forma, che ricorda le castagne. Vengono anche chiamate: zeppole, tortelli.

La ricetta delle castagnole è sicuramente molto antica: è stato ritrovato nell’archivio di stato di Viterbo un volume manoscritto del Settecento in cui sono descritte ben quattro ricette di castagnole.

D’origine romagnola, hanno la caratteristica di essere fragranti esternamente e morbide internamente, ricoperte di zucchero, vengono preparate e gustate in molte regioni d’Italia.

La versione più classica prevede l’utilizzo dell’anice ma anche con altri aromi come succo d’arancia, limoncello, l’alchermes, sono sempre buonissime!

Semplici o ripiene?

Le ricetta si adatta alla degustazione in versione semplice o con farcitura di crema pasticcera, cioccolato o crema di nocciole, ricotta.

Ingredienti

400gr farina 00; 4 uova; 80gr burro; Scorza di 1 limone grattugiato; Liquore (anice, rhum, alchermes); Sale 1 pizzico; Lievito in polvere per dolci

Preparazione

Ammorbidire il burro a temperatura ambiente e unire lo zucchero.

Lavorare fino ad amalgamare, quindi unire un uovo per volta e la buccia del limone grattugiato.

Versare quindi poco per volta la farina, mescolando per ottenere un composto omogeneo, fino a che l’impasto sarà sufficientemente soffice.

In caso non sia abbastanza soffice aggiungere del latte.

Unire il lievito, formare le palline con l’aiuto di un cucchiaio mescolare e friggere le castagnole nell’olio bollente

Raggiunta la doratura, togliere le castagnole dall’olio, scolarle su un piatto coperto di carta assorbente e spolverarle con lo zucchero.

Ovviamente c’è anche la variante senza glutine

Ingredienti senza glutine

300 gr di Farina di Riso; 100 grdi Zucchero; 100 ml di Latte; 1 Uovo; 1 bustina di Lievito per dolci; 1 bacca di Vaniglia; 1 Limone; 1 cucchiaio di Rum; Zucchero a velo.


Consiglio

Si consiglia di consumare le castagnole al momento, o al massimo nell’arco della giornata. L’impasto si può conservare in frigorifero per 1 giorno al massimo. Si sconsiglia la congelazione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi