Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Il pesce costituisce un alimento importante nella nostra dieta per il suo valore nutrizionale e la digeribilità. Quanto è importante l’ittio-proteina?

Acquista maggior importanza oggi per la difficoltà sempre più diffusa di pescarlo. Problemi di natura ecologica, infatti, hanno portato alla scomparsa di molte varietà ittiche: inquinamento marino ed eccessivo inurbamento delle coste di mari, fiumi e laghi sottrae tranquillità e acque pulite ai pesci.

Il Mediterraneo, che circonda l’Italia, non è più quel paradiso della pesca che è stato per millenni. Contemporaneamente, l’elevarsi del tenore di vita ha innalzato il consumo di pesce. Un tempo, solo chi abitava nelle città costiere faceva consumo di pesce, un alimento che è tra i più deperibili e che va consumato in fretta. I veloci mezzi di trasporto e le celle frigorifero hanno consentito di trasportare pesce anche in luoghi lontani. Ne è un esempio palese la città di Milano dove risiede uno dei mercati ittici più importanti d’Italia e dove pare sia possibile acquistare pesce sempre fresco.

 

Spesso si commettono degli errori nella valutazione del pesce, scegliendo quelli che vengono comunemente considerati “pregiati”. In realtà, è scientificamente provato che le qualità più ordinarie, o considerate tali, hanno un valore biologico identico. In questo modo, facendo gli schizzinosi, ci lasciamo sfuggire del buon pesce. I pescivendoli, seguendo le richieste del pubblico, riducono le varietà disponibili, in questo modo faticano di meno e guadagnano di più.

Il pesce è un ottimo alimento per l’uomo moderno: l’ittio-proteina è fra le più complete ed ha il pregio di ridurre gli acidi urici, dannosi per l’organismo. Va detto che il valore nutritivo dei pesci di mare è superiore a quello dei pesci di terra. Inoltre, le carni dei pesci sono più ricche di fosforo e più saporite nei periodi che precedono la deposizione delle uova. Per quanto riguarda il valore energetico, 100 grammi di pesce forniscono dalle 70 alle 170 calorie. Infine, il pesce contiene molta vitamina D, per questo i pediatri lo raccomandano nelle diete infantili.

Insomma, visti i vantaggi, è consigliabile consumare il pesce almeno due volte a settimana, non solo il venerdì.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi