Categorie
Pompei Città

“Non stanchiamoci di pregare per la pace!” l’esortazione del Cardinale Lazzaro You

FacebookTwitterWhatsAppLinkedInMessengerTelegramShare

Pompei – Aperte ieri 1° Ottobre le celebrazioni per il 150° anniversario dell’arrivo di Bartolo Longo a Pompei che con il suo operato cambiò per sempre il volto della Valle.

Incaricato dalla Contessa De Fusco di curare l’mministrazione dei suoi terreni, il 2 ottobre 1872  l’avvocato Bartolo Longo giunse a Valle di Pompei dove trovò una terra abitata da pochi poveri contadini la cui esistenza era resa difficile dalla fatica, dalla malaria e dai briganti.

Era da pochi giorni a Valle quando ebbe un’illuminazione interiore. Il suo compito in quella terra così poco ospitale sarebbe stato quello di propagare il Rosario. E’ così che il giovane avvocato ha trasformato quella terra arida ed inospitale nella città oggi conosciuta in tutto il mondo.

150° anniversario dell’arrivo del Beato Bartolo Longo a Pompei – indulgenza plenaria ai pellegrini

In occasione del 150° anniversario dell’arrivo del Beato Bartolo Longo a Pompei Papa Francesco ha concesso ai fedeli che si receheranno a Pompei dal 1° ottobre 2022 e fino alla fine di ottobre 2023  il dono dell’indulgenza plenaria. 

Al termine della Santa Messa celebrata questa mattina in piazza, sul sagrato del Santuario, è iniziata la recita della Supplica alla Madonna del Santo Rosario di Pompei, preghiera composta proprio dal Beato Bartolo Longo. Migliaia di fedeli in piazza e nelle strade attigue. A loro unite centinaia di migliaia di persone che hanno seguito il rito in tv attraverso le emittenti Tv2000 e Canale 21.

“Confidiamo nella misericordia di Dio, che può cambiare i cuori”

«Confidiamo nella misericordia di Dio, che può cambiare i cuori, e nell’intercessione materna della Regina della pace, nel momento in cui si eleva la Supplica alla Madonna del Rosario di Pompei, spiritualmente uniti ai fedeli radunati presso il suo Santuario e in tante parti del mondo» – sono le parole che Papa Francesco ha pronunciato questa mattina, in piazza San Pietro, durante l’Angelus, proprio nel momento in cui, sul sagrato del Santuario di Pompei, si elevava la Supplica del 2 ottobre, prima domenica del mese del Rosario, uno dei due giorni dell’anno (l’altro è l’8 maggio, ndr) nei quali la preghiera composta dal Beato Bartolo Longo è elevata solennemente.

La Supplica è stata presieduta dal Cardinale Lazzaro You Heung-sik, Prefetto del Dicastero per il Clero, e concelebrata dall’Arcivescovo di Pompei, Monsignor Tommaso Caputo; da Monsignor Gennaro Pascarella, Vescovo di Pozzuoli e di Ischia con il Vescovo ausiliare Monsignor Carlo Villano; dall’Arcivescovo Monsignor Luigi Travaglino, Nunzio apostolico emerito; e da tutto il clero della Città mariana. Il tema della pace centrale anche nell’omelia del Porporato, originario della Corea del Sud.

“Non stanchiamoci di pregare per la pace!” – è stata l’esortazione del Cardinale Lazzaro You.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *