Categorie
Curiosità Espresso Napoletano

Perchè si dice “‘L’urdema messa ‘a Pietà”?

FacebookTwitterWhatsAppLinkedInMessengerTelegramShare
“L’urdema messa ‘a Pietà”è un modo di dire squisitamente napoletano che si usa per definire “il solito ritardatario”, colui che, nonostante l’importanza dell’evento collettivo a cui necessita partecipare, non disdegna di arrivare in ritardo. Questa espressione ha origine all’inizio del secolo scorso. Vediamo insieme perchè e come.

“‘L’urdema messa ‘a Pietà”, cosa significa?

Prima della chiusura del Concilio Vaticano II (8 dicembre 1965), la messa veniva celebrata solo al mattino. L’ultima messa, infatti,  veniva celebrata prima delle 14.00. Solo in Via Medina, presso la Chiesa della Pietà dei Turchini, l’ultima celebrazione liturgica iniziava alle 14.30. Da qui la nascita dell’espressione “L’urdema messa ‘a Pietà” per indicare tutti i ritardatari che affollavano la celebrazione delle 14.30, soprattutto durante le più importanti ricorrenze religiose.

La Chiesa di Santa Maria della Pietà dei Turchini è un vero e proprio gioiello di arte e di storia. Consacrata col nome di Chiesa di Santa Maria dell’Incoronatella, assunse poi la denominazione di Pietà dei Turchini per via del colore delle vesti degli orfani ospitati presso l’istituto ad essa annesso. Oltre all’orfanotrofio, il complesso comprende un conservatorio musicale, tant’è che la chiesa viene identificata come “la fabbrica di cantori napoletani dei ‘600 e del ‘700”.

maria che scioglie i nodi

La chiesa è molto nota anche per via di una riproduzione di un’icona mariana, quella di “Maria che scioglie i nodi”. Tantissimi sono i fedeli che rivolgono le proprie preghiere a “Maria che scioglie i nodi” affinchè possano ottenere la grazia di veder risolte situazioni particolarmente difficili e dolorose.

Per ESPRESSO NAPOLETANO anche:

 

 

B26546490.314028564;dc trk aid=506502125;dc trk cid=144556830;ord=1633197733

? = &bannerid=447079&campaignid=178495&zoneid=78203&loc=https%3A%2F%2Fwww.napolitoday.it%2Fsocial%2Furdema messa a pieta.html&referer=https%3A%2F%2Fwww.napolitoday.it%2Fsocial%2Fmodi di dire napoletani

 

 

Di Maria Pia Nocerino

Mi incuriosisce tutto ciò che mi circonda. Resto sorda a certe voci e continuo a sognare anche quando la strada sembra lunga ed in salita. Ritengo che nulla sia più seducente di un bel sorriso. Mi piace nutrirmi di libri e prima o poi, anzichè mangiarli, ne scriverò uno anche io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *