Fare cultura senza annoiare, solo Geppi Cucciari poteva farlo

PUBBLICITA

Se c’è un programma che merita davvero di esser visto, quello è “Splendida cornice” condotto da Geppi Cucciari. Il programma di Luca Bottura e Geppi Cucciari prodotto da Rai Cultura e ITV-MOVIE va in onda ogni giovedì alle 21.25 su Rai 3. Tantissimi gli ospiti, ma la vera forza del programma è sicuramente la conduttrice. Accogliente, brillante, divertente, maestra d’improvvisazione, una vera forza della natura.

Brava Mamma Rai a non averla relegata solo ed esclusivamente alla conduzione della serata d’assegnazione del Premio Strega, una breve diretta che, purtroppo, ancora pochi seguono. Chi ha seguito l’ultima edizione del Premio Strega, è rimasto letteralmente “stregato” dalla conduzione della Cucciari, che nonostante la pioggia battente e i diversi problemi audio, ha continuato ad improvvisare rendendo l’imbarazzo un elemento artistico.

“La bella notizia è che è finita la siccità; la brutta notizia è che è finita proprio adesso” – ha detto davanti ad un pubblico assente corso a ripararsi dalla pioggia.

Ospiti della puntata di ieri di “Splendida Cornice” Carolina Crescentini protagonista della Rai Instant Fiction, Piera Detassis che ha introdotto il collegamento con Carlo Verdone, Elio che oltre ad omaggiare Enzo Jannacci, ha incontrato Nico Acampora, fondatore di PizzaAut, pizzeria laboratorio gestita da ragazzi autistici.

E poi ancora Lino Guanciale che ha regalato ai telespettatori una strepitosa interpretazione del monologo “La classe operaia va in Paradiso” di Gian Maria Volontè  opportunamente riadattato per renderlo attuale ed il pianista iraniano Ramin Bahrami  che da oltre 30 anni vive in Italia e che si è esibito  in “Gole Sangam” (Fiore di pietra) del compositore iraniano Anoushiravan Rohani.

Fare cultura senza annoiare, con la giusta leggerezza ed ironia, diciamocelo pure, solo Geppi Cucciari poteva farlo.

 

 

 

 

 

PUBBLICITA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

L’ultimo Ronin – L’angolo del Nerd e dell’Otaku

New York, in un prossimo futuro. Le quattro Tartarughe Ninja, il maestro Spinter e buona parte dei loro alleati del clan Hamato, sono stati sterminati dal Clan del Piede, guidato dal nipote di Shredder, Oroku Hiroto. Quest'ultimo ha trasformato New York in un incubo tecnologico e le zone limitrofe in una palude tossica.

Pompei, la Pace invocata dagli studenti in marcia

Si è svolta a Pompei, questa mattina, la XXVI edizione della “Marcia della Pace”, organizzata dal Centro Educativo “Bartolo Longo

Napoli, rapinati due anziani per circa 100000 euro

La polizia ha arrestato l'uomo che ha prima provato a farsi prestare 7000 euro e poi, una volta scoperto, ne ha rubati 96000. Un giovane...

Juve Stabia Gerbo l’esperienza al servizio delle vespe

Juve Stabia Alberto Gerbo il Leader silenzioso e capitano delle vespe Alberto Gerbo è stato protagonista della vittoria del campionato da parte della squadra di...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA