Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 14/09/2019 - 15/09/2019
21:00 - 23:00

Luogo
Antiche Terme di Stabia

Categorie


Antonio Onorato in concerto: Programma eventi 14-15 Settembre:

Con Antonio Onorato, Alessandro La Corte, Giuseppe Arena, Mario De Paola 14 settembre ore 21.00

Antiche Terme di Stabia Antonio Onorato New Quartet in concerto

Il Programma:

  • 15 settembre ore 11.00
    Antiche Terme di Stabia

    Visita guidata
  • 15 settembre ore 21.00
    Antiche Terme di Stabia
    Paese mio bello (L’Italia che cantava e canta) 

Con Gianni Lamagna, Lello Giulivo, Anna Spagnuolo e Patrizia Spinosi

Antonio Onorato biografia

Antonio Onorato (Aquilonia 13 gennaio 1964)

ha una carriera artistica ventennale di grande rilievo nel mondo del Jazz e non solo; è uno dei pochi musicisti italiani ad aver tenuto un proprio concerto al Blue Note di New York, tempio storico del jazz internazionale.

La sua esperienza musicale lo vede affacciarsi anche nell’ambito della world music e ne sono testimoni alcuni dei suoi lavori discografici, come “Native Spirits” – incluso nel doppio Cd Emmanuel del 2009 – con il batterista della ECM Paolo Vinaccia e “Mater Lucania” cd registrato nel 2012.

– Musicista eclettico, spazia dal jazz-rock, alla world music, fino alla composizione per orchestra

Alcune delle tappe che hanno contribuito certamente alla sua crescita artistica e umana, sono i concerti in America, ai contatti che ha avuto con il popolo dei Nativi Americani, di cui ne segue da sempre i princìpi e la visione del mondo; a quelli in Brasile (nel 2013 è stato pubblicato un cd in duo con il grande chitarrista Toninho Horta, [definito da Tom Jobim “Il re dell’Armonia”], ai concerti in Cile, Messico, Europa, Nord Africa (Tunisia, Marocco), Africa (Angola, Uganda) Medio Oriente.

Nel 2002 Antonio Onorato insieme a una delegazione di artisti italiani si recò a Baghdad per protestare contro la 2° guerra del Golfo. E’ stato in Africa ben 12 volte, terra che ama moltissimo, in cui si sente a casa. Ha inciso 2 cd in Angola.

Studioso di etnomusicologia, la sua ricerca si basa sulla fusione degli stilemi armonico-melodici del linguaggio della cultura napoletana, con la musica afro-americana, medio-orientale e brasiliana che lo hanno portato ad individuare un linguaggio del tutto personale.

24 sono gli album pubblicati  nei suoi 25 anni di carriera e nei suoi ultimi lavori, come dice la più autorevole critica,[1] si nota un Onorato sempre meno legato ai virtuosismi chitarristici, che lo ricordano facilmente nel corso della sua carriera, ma più ispirato e desideroso di melodie composte per chitarra e orchestra, certamente più adatte per colonne sonore. Onorato, ad ogni modo resta sempre “coccolato” dal circuito jazzistico che lo considera un vero guitar hero dallo stile oramai riconoscibilissimo.

Tra i suoi album, ve ne sono alcuni di contaminazione con la cultura africana: The soul breath e Quatro linguas uma alma (con la partecipazione del cantante angolano Dodo Miranda); con la cultura brasiliana: Tudo Azul, Un grande abbraccio e From Napoli to Belo Horizonte, quest’ultimo realizzato in duo con il chitarrista brasiliano Toninho Horta; con la cultura dei Nativi americani: South winds; Native Spirits con la partecipazione del poeta Cheyenne Lance Henson, del musicista Apache Danny Many Horses e Mater Lucania, cd registrato nel 2012. Nel 2010 festeggia 20 anni di carriera discografica e per l’occasione la sua etichetta gli rende omaggio con una Greatest Hits.

Frequenta giovanissimo numerosi workshop tenuti da chitarristi di fama mondiale come Jim HallMick GoodrickJohn Scofield, che gli dirà:Mi sarebbe piaciuto suonare la chitarra a 20 anni come la suoni tu.– Oggi tiene lui stesso seminari di tecniche dell’ improvvisazione.

Progetti e collaborazioni artistiche con  il chitarrista brasiliano Toninho HortaFranco Cerri, Enrico Rava, Paco Sery, Eddy PalermoTullio De PiscopoJames SeneseJoe AmorusoRoberto Murolo per citarne solo alcuni.

Dal 2012 al 2014 è stato Special Guest in alcuni concerti di Pino Daniele.

-Numerose le partecipazioni come solista a prestigiosi festival internazionali che vedevano la presenza di artisti del calibro di John ScofieldJan Garbarek, Charlie HadenSteve Grossman,John McLaughlinPat MethenyTito PuenteToots Thielemans, Tuck & PattiGary BurtonBob GeldofRita MarleyGeorge Benson.

 

Awards

2014. Premio alla carriera Nino Rota

2013. Premio Internazionale Sebetia-ter

(targa d’argento del Presidente della Repubblica Italiana)

2013. Premio Sorrento Jazz Festival

2013. Premio  Mio Magazine

2012. Premio Pompei Cinema Festival

2011. Premio Cimarosa

2010. Premio Gallo d`Oro

2010. Premio  Giglio Marino

2006. Premio  Tirana Jazz

2004. Premio Vittorio Annona

2003. Premio  Associazione Aiutiamoli a vivere

2001. Premio Positano Jazz

2000. Premio  Napoli per il Mozambico (FIMP)

1999. Premio Stella di Napoli

1998. Premio ALTS (Ass. lotta tumori al seno)

1998. Premio della critica stampa estera  (Festival di Napoli)

1994. Premio G. Roccella (concorso nazionale per giovani musicisti)

1994. Premio  Vulcano Metropolitano

1991. Premio  Musicalmente Napoli

 

SOLIDARIETà

Antonio Onorato è Testimonial delle Associazioni:

*Amici dei Celebrolesi

*Progetto Obriganda

*Alma Mundi

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi