Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Laura Tronnolone ha tenuto mostre in diverse città d’Italia. Sabato 5 marzo 2016 presso il Museo del Carcere “Le Nuove” di Torino, ha tenuto la mostra del nudo femminile

La gente spesso vede, ma non guarda” mi dice Laura Tronnolone mentre la intervisto in mezzo alle tante persone che sono accorse alla sua mostra sul nudo femminile, sabato 5 marzo 2016 presso il Museo del Carcere “Le Nuove” di Torino.

Laura spiega così la sua passione per la pittura dei nudi: “Per me rappresentano la perfezione.” Mi guardo intorno, e chiusi tra le sbarre di celle ormai vuote da troppo tempo, ci sono dipinti di nudi di donne che rappresentano probabilmente uno stato d’animo diverso, un tormento interiore indefinito.

Laura Tronnolone dipinge dal 2005, e ha tenuto mostre in diverse città d’Italia. Non si occupa solo di nudi femminili, mi spiega, ma anche maschili: pose plastiche e armoniose, introspezione e visionarietà, una pittura fondata sul gioco delle passioni e sul dinamismo casuale.

Non è solo il setting della mostra, un ex-carcere, a rendere suggestivo questo susseguirsi di figure femminili dietro le sbarre, ad arricchire il contesto artistico c’è anche il gruppo Narrazioni, formato da alcune ragazze dell’Università di Torino, coordinate dalla studentessa Martina Mendola, che leggono da dentro le celle brani estrapolati da opere letterarie su personaggi femminili.

“Qual è il dipinto che più ti rappresenta?” chiedo a Laura alla fine del nostro breve incontro e lei mi risponde senza esitazione “Marchiata dentro”, e mi conduce alla cella dietro cui sta imprigionata questa sua rappresentazione artistica.“È una donna che vorrebbe urlare ciò che prova, ma la voce le rimane intrappolata in gola” mi spiega, mentre mi fa notare il particolare della goccia di sangue che trafigge il cuore della protagonista del quadro. Un dolore silenzioso, quello di queste donne dipinte su tela, figure in bianco e nero contrassegnate da tratti di rosso.

La mostra di Laura Tronnolone sembra rappresentare la fortezza, l’eleganza, la sensualità della donna in tutta la sua dignità di essere umano, un’iniziativa non indifferente, che cade proprio durante la settimana in cui si celebra la festa delle donne.

La mostra sarà aperta presso il Museo del Carcere “Le Nuove” da sabato 5 marzo a domenica 13 marzo 2016, e in occasione della festa della donna, giorno 8 marzo 2016 alle ore 19 il gruppo Narrazioni dell’Università di Torino replicherà la sua performance di lettura.

L’arte è donna in questa mostra, ed è vivace e struggente, sebbene nei dipinti della Tronnolone esca fuori da un silenzioso bianco e nero.

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi

Paperblog