Registrati

Ti sarà inviata una password per E-mail

Armanda Desidery al Blue Around Midnight presenta il cd ‘La stanza dei sogni’.

Per la rassegna del venerdì in jazz curata da Francesco D’Errico il 7 aprile sul palco del Blue Around Midnight di Napoli, si sono esibiti Armanda Desidery Trio, la formazione composta da Armanda Desidery al piano, Guido Russo al basso, Marco Fazzari alla batteria.

Ad ascoltare la talentuosa pianista partenopea presenti alcuni nomi noti come l’attrice Rosalia Porcaro, il sassofonista Gregory Dudzienski.

Booking.com

Nella serata presentati i brani tratti dall’ultimo lavoro discografico ‘La stanza dei sogni’ pubblicato in questi giorni.

In apertura eseguito il brano ‘ Tom & Jerry’ seguito da ‘Spanish Mood’ con il basso che si è alternato al piano nella melodia. Vola sui tasti la  Desidery seguita dal gruppo ritmico dove si distingue Marco Fazzari.

Quasi per gioco’ dall’ introduzione melodica al piano confluisce funky dal sapore di groove, dove si inserisce bene Guido Russo al basso, sostenuto da un bell’intervento di Fazzari alla batteria.

L’atmosfera viene riscaldata dalle note di ‘Loli’ che l’autrice dedica alla figlia Loredana. Una colonna sonora ambientata nella stanza dei colori, piena di sole, dove traspare l’armonia di quell’attimo rubato, immortalato e posto in musica.

A seguire un assolo di Fazzari su ritmo Brasilian di tre minuti, che evidenzia il suo tecnicismo ed il suo talento.

Dopo aver sgranchito le bacchette l’atmosfera si è surriscaldata con il brano ‘Juanito’ un veloce latin mood, un ritmo cubano che si alterna a respiri più ampi, ma sempre a ritmo sostenuto. Nella figurazione del brano balla Juanito a ritmo di salsa sulle note che la Desidery esegue riempiendo il Jazz Club di humor caliente, che ha fatto battere i piedi al pubblico.

Una delle caretteristiche nella composizione della Desidery è l’inserimento di citazioni musicali colte, intermezzi ben inseriti che arricchiscono i brani.

La ballade ‘Ad occhi chiusi’ stempera il clima caldo del ritmo latino, portando l’ascoltatore sulle ali della notte, al sicuro sulle note che la Desidery porge con grazia, passando poi a ‘Mr. D’ un brano intenso dove il concertismo del piano si apre al ritmo, con passaggi che riportano a Lyle Mays (il pianista di Pat Metheny).

Presentato il brano inedito ‘Nei miei sogni’ non ancora inciso, dai toni soft e dal sentimento fusion dove si evince l’ottimo interplay con Russo al basso che esprime il suo talento attraverso una digressione.

Il trio conclude la serata musicale con il brano ‘A metà strada’ dall’orecchiabile inciso per poi concludere in una salsa.

E’ volato il tempo sulle note del trio che hanno eseguito i brani senza sosta, eseguendo per il bis ‘Capullito di Alelì’ il gioioso e armonico brano di Jose Luis “El Puma” Rodríguez.

 

Fonte foto. Pasquale Fabrizio Amodeo

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi