" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

L’inossidabile Toquinho e la splendida e brava Greta Panettieri sono stati gli ultimi ospiti della  rassegna jazz  Sant’Elmo Estate 2018 per Napoli Jazz Club del patron Michele Solipano   che chiude alla grande con un sold-out, riempiendo la bellissima Piazza d’Armi di Castel Sant’Elmo.

50 anni di carriera , di successi e collaborazioni di altissimo standing per Toquinho che ogni volta che viene in Italia sembra sempre più italiano che brasiliano, ma in effetti le due etnie si somigliano moltissimo. Il gruppo che accompagna il  musicista brasiliano  è composto da Itaiguara Brandao al basso e Maurizio Zottarelli alla batteria oltre ovviamente a Greta Panettieri voce solista e cori.

Grata Panettieri è la prima a salire sul palco contando tre suoi pezzi tratti dai suoi ultimi lavori,  “Shattered”  e  “Brazilian Nights Live at ZincBar” . grande voce, espressione e anima brasiliana, anche se Greta è tutta italiana, di Roma, ma la sua voce, la sua saudage ha lo spirito ed il timbro di una cantante brasiliana, davvero una grande artista .

È la volta di Toquinho, acclamatissimo, con al collo la sua affezionata chitarra che non lo lascia mai, sembra tutt’uno con le sue braccia e le mani scorrono veloci e precise come sempre il tempo sembra non aver minimamente intaccato la sua tecnica  e vivacità musicale. Una serata molto calda con tanta umidità e Toquinho a tratti sembra risentirne , ma ne esce alla grande sfornando brani del suo immenso repertorio,  da  “ La voglia e la Pazzia, L’incoscienza e l’allegria”, “Senza Paura,” “Samba della Benedizione”, “Samba per Vinicius”  a “Aquarello” con il quale chiude in concerto con una standing ovation che lo richiama a gran voce per il bis ed allora  tutti sotto e sopra il palco a ballare. ‘Na Tonga da Mironga’..

Non sono mancati tutti i ringraziamenti per questi suoi 50 anni di musica insieme a tanti grandissimi musicisti, Tom Jobim, che quest’anno avrebbe compiuto 90 anni,  del suo grande amico e collaboratore Vinicius de Moraes,  a  Baden Powell, Carlos Lyra, Chico Buarque, Menescal e tanti altri, menzionati in brevissimi ma simpaticissimi aneddoti personali.

Finisce anche quest’anno questa bellissima manifestazione di Sant’Elmo Estate 2018 ideata condotta alla grande dal patron Michele Solipano che agni anno riesce ad avere l’adesione di grandissimi artisti di calibro nazionale ed internazionale. Ora le luci si spengono sulla Piazza d’Armi di Castel Sant’Elmo e  di sicuro Michele Solipano non ci deluderà neanche l’anno prossimo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami