Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Una Salernitana cinica, spietata, a tratti spettacolare travolge un buon Pisa per 4-1 . Eppure la squadra toscana sembra voler tenere le redini della partita per il primo terzo dell’incontro, esprimendo un gioco più fluido ed organico rispetto ai padroni di casa che si affidano unicamente alle ripartenze, utilizzando la torre Djuric e la velocità di Tutino.

Ed è proprio il giocatore di proprietà del Napoli che al 27′ sfrutta un rilancio del portiere per infilarsi nell’area avversaria ed infilare con precisione chirurgica l’incolpevole Perilli. 1-0 che conclude il primo tempo: più Pisa sicuramente, ma la Salernitana fa capire di essere molto pericolosa, non appena pigia il piede sull’acceleratore.

Nel secondo tempo Castori lascia alterato lo schieramento proposto inizialmente col classico 4-4-2. Al posto di uno spento Lombardi e di un Capezzi poco convincente entrano Schiavone e Kuspiz .

E appena la pressione dei toscani ,sbilanciati alla ricerca del pareggio, comincia ad attenuarsi,ecco arrivare il raddoppio dei granata sempre grazie ad un’incursione del solito Tutino che si presenta solo di fronte al portiere . È però Kuspiz a piazzare la zampata vincente per il raddoppio dei padroni di casa.

Ed il Pisa ? Sicuramente esce molto scosso dal doppio colpo degli avversari e col tempo si sbilancia ancor più, lasciando autostrade libere agli avanti granata. Pochi giri di lancetta e Tutino ti inventa un eurogoal : punta la porta dai 25 metri e lascia partire un fendente che si insacca a fil di palo alla destra di Perilli. Pochi minuti ancora e sempre Kuspiz cala il poker ai danni di un Pisa oramai tramortito.

La squadra ospite riesce tuttavia a trovare un calcio di rigore in seguito all’unica sbavatura del centrale Byomberg che ,vistosi superato,atterra un avversario in piena area. Il risultato si blocca cosi sul 4-1 per i ragazzi di Castori. Ininfluenti gli ingressi di Andersonn, Antonucci e Giannetti.

La Salernitana vince e per larghi tratti convince.  Secondo Castori ampi sono i margini di miglioramento ma intanto bisogna far tesoro di questi 7 punti nelle prime tre partite. Martedì si va a Vicenza dove Jallow ,ex dal dente avvelenato, certamente non sarà un cliente comodo. Ma questa Salernitana non deve porsi limiti !

 

Leggi le altre news dal mondo dello sport:

 

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks