Categorie
Juventus Milan Sport

La Casa Bianconera: Lo Juventus Stadium

FacebookTwitterWhatsAppLinkedInMessengerTelegramShare

Inaugurato l’8 settembre 2011, lo Juventus Stadium nasce sulle ceneri del Delle Alpi, vecchio teatro di innumerevoli successi bianconeri. Lo Stadium è l’impianto sportivo più avveniristico d’Italia, il primo in assoluto di proprietà di un club

Casa dolce casa. Perché è così, anche il più avventuroso dei giramondi sa bene che “casa mia” rimane sempre nel cuore, e magari ci pensa quando da essa è lontano chissà quanti chilometri, con una piccola lacrima che scende inesorabile lungo il viso, lenta, dolce di ricordi e salata di nostalgia.

E se alla figura di casa associamo il calcio e la Juventus non può che venirci in mente lo Juventus Stadium, casa bianconera da ormai 4 anni, il quale ha rivitalizzato la squadra piemontese dopo qualche annata indegna, assistendo a un continuo dominio bianconero nazionale quasi imbarazzante e irrisorio nei confronti delle avversarie.

Embed from Getty Images

La Storia Dello Juventus Stadium

Lo Juventus Stadium nasce sulle ceneri del vecchio delle Alpi l’8 settembre 2011, suo giorno di inaugurazione, cerimonia che verrà premiata come miglior evento celebrativo al Best Event Awards Italia.

Noto anche come J-Stadium e Stadium, è il primo impianto italiano di proprietà di un club e il sesto italiano per capienza (41.475 posti). È privo di barriere architettoniche in perfetto stile inglese, ritenuto uno degli stadi più avanzati a livello mondiale.

Il primo incontro ufficiale nello Juventus Stadium si è svolto contro il Parma in occasione della prima giornata in casa della stagione 2011/2012 di Serie A. Il 4 a 1 finale con il quale i bianconeri si sono imposti sugli emiliani ha sancito l’inizio di 4 stagioni juventine fantastiche, ricche di successi e di trofei.

Embed from Getty Images

Ma allo Stadium non si va solo per gustarsi le partite della Juventus. L’impianto, infatti, presenta 8 ristoranti, 20 bar, 34 000 m² di aree commerciali e 30 000 m² di aree verdi e piazze. C’è inoltre il primo museo ufficiale dedicato alla squadra piemontese, denominato J-Museum, composto da diverse sale dove sono esposti tutti i trofei conquistati dai bianconeri, le maglie dei giocatori più importanti, foto storiche e aree interattive.

Nel perimetro vicino il secondo anello dello stadio, a un’altezza di 18 metri dal campo da gioco, è stato realizzato il Cammino Delle Stelle, in cui sono celebrati i giocatori più importanti che hanno vestito la casacca bianconera. Il pavimento di quest’area è stato diviso in 50 settori, dove trovano posto lo stesso numero di stelle dorate celebrative, dentro le quali sono incisi i nomi dei calciatori juventini più rappresentativi. Questa particolare e suggestiva area dello stadio include anche 39 stelle d’argento, dove sono incisi i nomi delle vittime dell’Heysel, lo stadio di Bruxelles che il 29 maggio del 1985 ha visto Juventus e Liverpool giocarsi la finale di Champions League.

Il 14 maggio 2014 lo J-Stadium ha ospitato il primo evento europeo della sua storia, ossia la finale di Europa League, che ha visto il Siviglia trionfare sul Benfica.

Embed from Getty Images

In conclusione, possiamo dirlo: Lo Juventus Stadium è più di un semplice stadio. È una vera e propria casa, dove il giocatore e il tifoso juventino sono pronti a vivere il sogno di un’altra emozionante partita.

E quindi voi, viaggiatori juventini sparsi per il mondo, quando sentirete nostalgia di casa, venite a far visita allo Stadium. Urlare “Forza Juve!”, qui, è come dire “sono a casa e mi sento felice”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *