Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Higuain alle Juventus per 90 milioni, Pogba al Manchester United per 105 milioni, Bale al Real Madrid per 100 Milioni sono stati finora i trasferimenti più costosi della storia ma adesso c’è uno che li supera, anzi li raddoppia: Neymar passa dal Barcellona al PSG per 222 milioni.

Il responsabile di tutto è stato il presidente del Paris Saint-Germain, lo sceicco Nasser Al-Khelaifi. Dopo aver acquistato la squadra parigina lo sceicco originario del Qatar ha comprato moltissimi top player da ogni squadra, formando un vero e proprio Dream Team: Cavani, Di Maria, Verratti, Zlatan Ibrahimović, eccetera. Tuttavia a parte diversi scudetti (tra l’altro il nuovo allenatore Emery, oltre a farsi eliminare dal Barcellona in Champions dopo aver vinto in casa per 4 a 0, e un secondo posto otto punti dietro i rivali del Monacò) il PSG ha raccolto molto poco rispetto ai soldi investiti; ma non ciò non sembra importare al ricco sceicco, tanto da sborsare i 222 milioni di euro necessari per svincolare Neymar dal Barcellona.

Qualcuno sì chiederà: ma il far play finanziario? E’ stato rispettato nella forma, ma non nella sostanza. Per chi non lo sapesse, il far play finanziario prevede che le squadre iscritte della UEFA debbano mantenere i propri conti in attivo, inoltre i presidenti non possono riequilibrare i bilanci societari usando i proventi di altre società (ad esempio il presidente de Napoli de Laurentiis non potrebbe usare i  soldi della Filmauro per appianare i debiti della squadra). Di conseguenza una spesa di 222 milioni avrebbe costretto il PSG ad una serie di cessione per riequilibrare i conti. Tuttavia, grazie alle conoscenze dello sceicco Al-Khelaifi, ciò è stato bellamente aggirato.

Infatti lo sceicco è anche uno dei dirigenti della società che gestirà i mondiali in Qatar del 2022 e ha chiamato Neymar come testimonial pagandolo circa 300 milioni. Con quei soldi il giocatore brasiliano, uno dei giocatori più pagati al mondo, ha potuto svincolarsi da solo (infatti le clausole rescissorie possono essere pagate anche dai diretti interessati) e ha potuto scegliersi la squadra, in questo caso il PSG. Va detto che il Barcellona ha cercato di bloccare il trasferimento, anche se probabilmente la FIFA autorizzerà il tutto, senza contare che Neymar ha già sostenuto le visite mediche e ha lasciato Barcellona.

E’ vero che ormai nel calcio contano solo i soldi, ma aggirare una legge in questo modo è veramente brutto, considerando che con quella cifra si potrebbe fare molto di più che comprare un calciatore.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi