Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Dopo il match tra Trapani-Chievo terminato sul punteggio di 1-0, ci sono state le dichiarazioni post-gara. Ecco cosa hanno detto.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI DOPO TRAPANI-CHIEVO.

Marcolini: “Il Trapani ha meritato di vincere e ha dimostrato di essere superiore a noi. Ancora non siamo maturi per fare un balzo. Abbiamo incominciato male ed è finita peggio. Ho sbagliato e mi assumo le responsabilità. Il campo? Non ci ha aiutato perché non siamo riusciti a fare passaggi semplici. Il Trapani ci ha dimostrato che noi il salto di qualità non ce lo meritiamo. L’importante è esserne consapevoli. Semper? Una partita bella la sua, nonostante il risultato ci ha tenuto a galla. Senza lui rischiavamo l’imbarcata. Il salto di qualità? Io credo che la presa di coscienza deve essere migliore. Siamo la squadra con più giovani, in alcune situazioni abbiamo pagato qualcosa. Non potevamo accontentarci della giocata semplice ma non abbiamo avuto la maturità di cambiare”.

Mangiarano: “Volevo fare i complimenti a tutti quanti, dai giocatori ai dirigenti e soprattutto a voi giornalisti. Siete stati responsabili per quello che avete scritto e continuate con questo lavoro. Detto questo complimenti ai ragazzi per il lavoro fantastico che hanno fatto e vi lascio a Baldini che spiegherà le sue scelte per questa vittoria. Dove sono stato? A difendere il Trapani dalle ingiustizie, se non mi vedete e perché lavoro in sede”.
Baldini: “Per la prima volta sono stato sereno e contento di questa prestazione. Bravi ai ragazzi. Grillo? Ci abbiamo lavorato tantissimo sulle fasce e ho visto la squadra non perdere contrasti. Bravissimo quest’oggi Grillo, però i ritorni di Felice, Ciccio e Daniele sono stati fondamentali. Siamo sulla strada giusta. Biabiany? L’ho messo a sinistra e non gli ho chiesto di rientrare sul terzino. Spero che non sia nulla di che il suo infortunio e rischierei qualcosa a Benevento ma è importante per noi. La prestazione di oggi? Figlia del risultato di Livorno e ha dato molta tranquillità. Qua non stiamo parlando di aspetti fisici e tattici. Oltre al buon lavoro di questi innesti, c’è stata la compattezza di tutta la squadra. Gli allenamenti di questa settimana sono stati determinanti ed è cresciuto tutto il gruppo. In questo momento si iniziano a vedere i frutti di un lavoro complicato e duro. Taugourdeau fondamentale, Moscati da grande equilibrio. Dopo il gol ci eravamo abbassati ma abbiamo difeso bene. Sul tecnico? Non parlo e sono concentrato sul campo e settimana dopo settimana. Evacuo? Non vedevo l’ora di metterlo in campo, nonostante il gomito non era apposto e il dottore non aveva dato l’ok. Questi giocatori mi mancavano dentro lo spogliatoio e quello che danno. Il contributo che da Felice è qualcosa di straordinario ma anche i nuovi acquisti. Le prestazioni? Se sono come quelle di oggi abbiamo buone possibilità di salvarci. I ragazzi ce l’avevano questa voglia di vincere per fare contenti i tifosi. Benevento? Organizzerò la partita con la primavera e gli faccio i complimenti per la vittoria contro l’Ascoli. Resteremo concentrati”.
Evacuo: “Prestazione di oggi? Sicuramente la stessa di Livorno. Sapevamo di affrontare una squadra di caratura superiore rispetto a quella di prima. Abbiamo giocato molto bene rispetto alle rimonte che abbiamo subito. Gol fondamentale per la salvezza. Emozione? Il momento che ho attraversato è stato difficile e mi sono emozionato un’altra volta segnando. Il gol è stato speciale. La differenza con la C? Non mi sentivo non all’altezza e averla conquistata sul campo era il minimo giocare in B. C’è tanta differenza ma io mi adatto a qualsiasi cosa. Voglio dare sempre il mio contributo anche perché un’attaccante che non fa gol fa notizie e voglio sfatare sempre questo tabù. Benevento? Un emozione grande e sarà una partita speciale. Le streghe stanno facendo un bel campionato ma se sei bravo a limitarli puoi fare bene”.
Fornasier: “Personalmente non è cambiato molto dal punto di vista calcistico. Abbiamo trovato compattezza e sono contento di questo. Il ruolo? Mi adatto e se gioco terzino il mister può contare su di me. Speriamo di continuare a fare bene e il recupero dei giocatori che ci mancavano è stato importante. Benevento? Sarà una guerra contro di loro”.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi