“Le indagini di Lolita Lobosco”,alla scoperta dei lampascioni

495
SHARES
1.4k
VIEWS
0 0 Voto
Vota Articolo

Ieri sera è andata in onda su Rai 1, in prima sera, la prima puntata de “Le indagini di Lolita Lobosco”, fiction girata a Bari e dintorni. Un grandissimo debutto: 7.5 milioni di spettatori e il 31.8 per cento di share, un grandissimo debutto.

“Le indagini di Lolita Lobosco”, le eccellenze di Bari

La città di Bari, ripresa più volte anche dall’alto, ha incantato tutti con la bellezza del suo Lungomare, il centro storico, la Basilica di San Nicola e tanti altri scorci panoramici.

Antonio Decaro, sindaco di Bari, ha scritto sui social: “Sono orgoglioso. Bari è bellissima anche in tv”.

La serie è stata girata in Puglia per 12 settimane tra Bari, Monopoli, Fasano, Polignano a Mare e Putignano. Oltre alle bellissime location, la prima puntata è stata una grande vetrina anche delle altre eccellenze pugliesi, quello gastronomiche. Ecco spuntare proprio nella prima puntata vassoi di panzerotti fritti, sporcamussi e tante altre prelibatezze.

Alla scoperta dei lampascioni

Nella prima puntata della nuova fiction Rai, durante le indagini, la portinaia di uno stabile dice al commissario Lolita Lobosco di avere fretta perchè ha i “lampascioni sul fuoco”. Ma cosa sono i lampascioni?

Il lampascione (o cipolla canina) è un prodotto stagionale tipico della Puglia e della Basilicata. Al di fuori di queste regioni, questi bulbi appartenenti alla famiglia delle Liliaceae sono quasi completamente sconosciuti.

Si tratta di bulbi molto simili alle cipolle, imparentati con l’aglio, ma il loro sapore è del tutto diverso da entrambi. Il loro sapore caratteristico è amaro con un fondo dolciastro.

Questa pianta era già conosciuta dai Greci e Romani che gli attribuivano proprietà afrodisiache e stimolanti. Negli anni passati, per le famiglie più povere della zona, i lampascioni hanno rappresentato una vera e propria fonte di sostentamento.

La versatilità di questi bulbi consente di creare gustose ricette (frittelle, cotti al forno, lessi, conservati sott’olio).

Insomma, ora che sappiamo cosa sono i lampascioni, abbiamo un motivo in più per trascorrere alcuni giorni di vacanza nelle meravigliose cittadine pugliesi.

(foto pubbliche su Facebook)

 

 

 

 

0 0 Voto
Vota Articolo
Maria Pia Nocerino

Maria Pia Nocerino

Mi incuriosisce tutto ciò che mi circonda. Resto sorda a certe voci e continuo a sognare anche quando la strada sembra lunga ed in salita. Ritengo che nulla sia più seducente di un bel sorriso. Mi piace nutrirmi di libri e prima o poi, anzichè mangiarli, ne scriverò uno anche io.

ArticoliCorrelati

NewsleterCinema

Ricevi aggiornamenti su novità del mondo del cinema: film e Serie Tv.
ADVERTISEMENT

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms below to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x