Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Buone notizie per i viaggiatori abituali della compagnia di bandiera portoghese: Con i vettori Tap Portugal rimborso e indennizzo sono semplicissima da ottenere.

È un bel periodo, questo, per TAP Portugal e soprattutto per i suoi passeggeri abituali (e anche per quelli non frequenti). Infatti la compagnia di bandiera portoghese che nel 2018 aveva il poco lusinghiero primato di essere una delle compagnie meno puntuali al mondo, vanta nell’ultimo anno un incremento delle rotte e dei passeggeri europei del 13,3% ed è stata anche nominata, dai lettori del magazine USA Today, tra le 10 compagnie al mondo con la migliore classe Economy, prima in assoluto tra le compagnie europee.

TAP (acronimo di Transportes Aéreos Portugueses) oltre a migliorare le sue performance in termini di scali europei e internazionali, dà buone garanzie anche ai viaggiatori insoddisfatti a causa di cancellazioni e ritardi (ricordiamo che le compagnie di bandiera sono ancora capolista nel primato dei ritardi aerei).

In quali casi è possibile chiedere un Rimborso Volo TAP?

Come avviene per legge per tutte le compagnie aree, anche per le policy di Tap Portugal rimborso e risarcimento in caso di problemi con il volo dipendono in primis da chi o che cosa è responsabile del disguido, come spiega nel dettaglio la pagina che dedica AirHelp al rimborso Tap Portugal e risarcimento.

Analizziamo caso per caso le eventualità più comuni.

Cancellazione volo TAP

Se un volo TAP viene cancellato per cause o circostanze eccezionali, come un’emergenza sanitaria degenerata nelle ultime ore o giorni, attacco terroristico, allerta meteo o grave improvvisa crisi politica, è sempre diritto del passeggero ottenere un rimborso del volo ma non è possibile chiedere un risarcimento.

Se invece la cancellazione dipende, ad esempio, da uno sciopero, da problemi all’aereo per via di scarsa o cattiva manutenzione o altre cause non “eccezionali” come quelle descritte, puoi avere anche un risarcimento che può arrivare fino a 600 euro, se la tratta da percorrere è di tipo intercontinentale superiore ai 3500 km di distanza.

Ritardo TAP

Anche in caso di ritardo abbiamo diritto ad un rimborso TAP ma se e solo se il ritardo è:

  • superiore alle tre ore,
  • non comunicato entro 15 giorno,
  • legato a responsabilità della compagnia e non a cause eccezionali.

Nelle ore di attesa in aeroporto è bene restare calmi e fare attenzione alle nostre scelte, come sollecita anche AirHelp, multinazionale impegnata nella difesa dei passeggeri aerei.

Infatti le compagnie possono offrirci buoni o proporre un riposizionamento su altro volo. Accettiamo solo se l’opzione è davvero a noi conveniente e favorevole perché accontentarsi di un volo alternativo o di un buono fa perdere ogni diritto a ulteriore indennizzo o rimborso.

Overbooking e negato imbarco

In questo caso, non esistono attenuanti o circostanza eccezionali. L’imbarco negato per via di overbooking è sempre e solo responsabilità della compagnia.
Per chi ancora non lo sapesse, l’overbooking è una pratica (legale) di revenue merketing messa in atto da tutte le compagnie aeree per massimizzare i profitti. L’overbooking consiste nel vendere più biglietti di quanti posti sono presenti in aereo, sulla base del calcolo che una minima percentuale di passeggeri non si presenterà comunque al gate.

Quando il calcolo e la previsione si dimostrano errati e tutti i passeggeri vogliono imbarcare, per forza di cose uno o più di uno tra i passeggeri devono restare a terra.

In tal caso, è bene non accettare voli alternativi o buoni perché il passeggero ha diritto a rimborso del biglietto aereo, risarcimento proporzionale alla tratta da percorrere e anche assistenza in aeroporto.

Come chiedere rimborso volo TAP fino a 600 euro

Chiedere e ottenere un rimborso TAP, come annunciavamo in apertura, è facile.
Se il disagio avviene direttamente in aeroporto la prima cosa da fare e rivolgersi al personale di terra e al desk della compagnia per richiedere di esercitare i propri diritti ad essere, prima di tutto, informati.
Meglio arrivare al desk o all’assistenza clienti già preparati e consapevoli dei propri diritti e, in questo, la App di AirHelp torna molto utile perché con pochi dati e in pochi click fa sapere di quali diritti si è titolari.
Sempre da questa App è anche possibile procedere alla richiesta di rimborso e risarcimento se non siamo soddisfatti della reazione e risposta degli addetti della compagnia alle nostre legittime richieste.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi