Registrati

Ti sarà inviata una password per E-mail

 Festival Spinacorona, passeggiate musicali napoletane.

Dal 21 al 24 settembre si svolgerà la prima edizione di ‘Spinacorona, passeggiate musicali napoletane’, una nuova rassegna musicale realizzata dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli con la Direzione Artistica dell’ideatore Michele Campanella e il supporto organizzativo della Fondazione Festival Pucciniano.

Interverranno Alberto Veronesi, presidente della Fondazione Festival Pucciniano, Michele Campanella, direttore artistico, Giovanni Oliva, coordinatore artistico.

L’Assessore alla Cultura di Napoli Nino Daniele illustrando il festival ha commentato:

‘Abbiamo intitolato il Festival “SPINACORONA “, la fontana che dai napoletani conosciuta come la fontana delle “ zizze “ ed è situata in Via Giuseppe Guacci Bobile e poggia sul muro perimetrale della Chiesa di Santa Caterina della Spina corona, un tempo denominata dei “ Trinettari “ e fatta costruire nel 1354 da alcuni nobili del Seggio di Nilo, rifatta nel 11523 dal vicerè duca di Alba e purificata e restaurata nel 1870 da Enrico Morrone. La fontana attualmente visibile è una copia dell’originale attribuita allo scultore Giovanni Merliano da Nola. Questo evento, oltre alla bella musica da ascoltare, ha lo scopo di far conoscere luoghi che molti, compresi i napoletani , conoscono poco o non conoscono affatto, far rivivere la bella musica in tutti questi luoghi è un impegno che il Maestro Michele CAMPANELLA ha voluto fortemente dedicare alla Città e Noi, il Sindaco De Magistris e l’Amministrazione tutta abbiamo colto e fatto nostra la generosa visione del Maestro di costruire un itinerario conoscitivo dei tesori nascosti nel centro antico di Napoli guidato dalle emozioni che solo la musica può comunicare’.

Il festival propone quindi, un viaggio musicale con un programma di alto valore artistico tra tesori artistici di Napoli poco conosciuti e soprattutto non inclusi nei tour turistici, location inusuali ma ricche di bellezze e di storia.

Circa 23 i concerti, tutti gratuiti fino ad esaurimento posti, che daranno vita ad un vero e proprio “tour musicale”: 30 – 40 minuti di musica e poi si cambia luogo. Ogni concerto si terrà dunque in un luogo differente. Tra i luoghi che ospiteranno festival Spinacorona la Basilica di San Giovanni a Mare, il Pio Monte della Misericordia, Palazzo Caracciolo, San Giovanni a Carbonara, la Sacrestia di San Severo al Pendino, il Museo di Donna Regina, il Succorpo dell’Annunziata, la Santissima Trinità ai Pellegrini e poi la sfida di Forcella, con due eventi in piazza e tre al Teatro Trianon.

Tra i protagonisti ci saranno grandi interpreti come: il Quartetto delle Marche con Guido Corti al corno e Stefania Cafaro al pianoforte, Bruno Canino col Quartetto Mantegna, il Duo pianistico Paratore, Silvia Chiesa e Maurizio Baglini, il “leggendario” primo clarinetto dei Berliner Karl Leister, David Romano, Raffaele Mallozzi, Diego Romano, Francesco Bossone, Paolo Pollastri e tanti altri musicisti di età e provenienze diverse, legati dall’eccellente livello qualitativo delle proposte musicali.

Inoltre ci sarà lo scrittore Maurizio De Giovanni che leggerà un suo racconto scritto per l’occasione; Michele Campanella sarà protagonista del melologo Enoch Arden di Richard Strauss con le voci di Anna Bonaiuto e Andrea Renzi, dei Liebesliederwalzer di Brahms eseguiti con Monica Leone al pianoforte e con l’Ensemble Vocale di Napoli sotto la guida di Antonio Spagnolo e a conclusione della rassegna, domenica 24 settembre, il Quintetto della Trota di Schubert assieme a Francesco Manara, Simonide Braconi, Massimo Polidori e Francesco Siragusa, prestigiose prime parti dell’Orchestra della Scala.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito: www.spinacorona.it.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi