Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Francesco Renga torna con un nuovo album di inediti: L’Altra metà, uscito il 19 aprile e il cantautore lo farà ascoltare dal vivo in anteprima ai fan nei due già annunciati concerti di Verona e Taormina, e poi, di nuovo, dopo l’estate esibendosi ieri sera 12 novembre al Teatro Carlo Felice di Genova.

Renga ha spiegato così il nuovo disco, per il quale ha collaborato (tra gli altri) con Colapesce, Gazzelle e Ultimo: “L’Altra metà è anche il frutto di oltre 35 anni di lavoro, di ricerca, di passione, d’amore, di vita spesa a cercare di raccontare e raccontarmi attraverso la musica e le parole… attraverso la mia voce. Ho scritto insieme con moltissimi giovani autori, musicisti e artisti perché avevo bisogno di trovare il linguaggio giusto per riuscire a parlare – attraverso queste canzoni – anche ai miei figli. È questo, credo, il miglior pregio del disco: canzoni, parole e musica che riescono a raccontare la vita che mi attraversa e che, a sua volta, è attraversata dallo sguardo di un uomo di 50 anni”.

Nel 2020, inoltre, Renga sarà impegnato con una nuova tournée in Europa.

L’artista si è mosso con disinvoltura e presenza scenica sul palco, manifestando forte empatia con il pubblico con la continua ricerca d’interazione con il battito di mani e, gli abbracci ai vari musicisti disposti in un semicerchio delimitato sul fondo del palco da una serie di specchi: Fulvio Arnoldi alla chitarra acustica, Vincenzo Messina al pianoforte, Stefano Brandoni e Heggy Vezzano alle chitarre, Phil Mer alla batteria e, Gabriele Cannarozzo al basso.

Emozionante è stato senza dubbio il momento in cui Francesco Renga ha deciso di aprire il suo cuore al suo pubblico per raccontare il dolore più grande della sua vita: la perdita della madre, che lo ha portato a scrivere “Ancora di lei” una canzone che era nata per quello che era all’epoca il suo amore e, che poi ha visto come protagonista del testo sua madre, e che rappresenta una delle sue prime canzoni dei suoi esordi. Torna a coinvolgere il pubblico cantando “Angelo”, brano che ha permesso al cantautore di confermare i primi successi e di essere consacrato come big del panorama della musica italiana e, con il quale si è aggiudicato la vittoria nel 2005 del Festival di Sanremo.

Il concerto è andato avanti rapidamente tra canzoni, applausi e i classici “Sei bellissimo!” urlati dalle sue fans che sono state completamente catturate dal loro Beniamino. Il cantante ha dichiarato: ” è molto difficile parlare di amore , però possiamo provare a cantarlo” ed è sceso in platea sulle note di “L’Amore altrove”, brano originariamente interpretato in duetto con Alessandra Amoroso e contenuto nell’album “Tempo reale” del 2014.

Subito dopo il cantante ha invitato il pubblico a raggiungerlo sotto al palco per cantare e saltare tutti insieme sulle note delle ultime canzoni presenti in scaletta, tra cui le più note“ Il mio giorno più bello nel mondo” e “Guardami amore”. Giunti alla fine di questo viaggio introspettivo il pubblico ha richiesto un bis gridando ad alta voce “Fuori! Fuori!”. Ed è così che Renga e la sua band sono ritornati sul palco per eseguire due brani che non sarebbero mai e poi mai potuti mancare: “Aspetto che torni”, la canzone portata in gara alla sessantanovesima edizione del Festival di Sanremo, e “Raccontami”.

Patrizia Gallina

(Foto di Marcello Orselli)

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi