CASERTA – DOMANI,  LUTTO CITTADINO PER LE ESEQUIE DEL CARABINIERE, EMANUELE REALI, MORTO IN SERVIZIO A CASERTA. 

Il giorno 6 novembre 2018 nella città di Caserta, il Vice Brigadiere Emanuele Reali di anni 34, in servizio presso il Nucleo Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Caserta, ha perso la vita nel corso di una operazione anticrimine mentre al buio, erano circa le 20.45,  rincorreva un delinquente lungo i binari della ferrovia.

Il sindaco di Caserta, Carlo Marino ha proclamato il lutto cittadino per venerdì 9 novembre, in occasione delle esequie del Vice Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri Emanuele Reali, che si svolgeranno a Piana di Monte Verna. Unanime il cordoglio dell’intera cittadinanza e di vicinanza alla famiglia tutta, a partire dalla moglie e dalle sue bambine per la tragica perdita.

“Visto  il tragico evento che ha profondamente colpito la collettività e che il giorno 9 novembre 2018 alle 15,00, a Piana di Monte Verna si svolgeranno le esequie del Vice Brigadiere Reali; considerato che l’Amministrazione comunale, raccogliendo la spontanea partecipazione dei cittadini, intende manifestare in modo tangibile e solenne il dolore della città, stringendosi intorno alla famiglia Reali ed all’Arma dei Carabinieri; sentito il Prefetto di Caserta; il sindaco ordina la proclamazione del lutto cittadino per la giornata di venerdì 9 novembre 2018, giorno nel quale si svolgeranno le esequie del Vice Brigadiere dell’Arma dei Carabinieri Emanuele Reali, in segno di cordoglio e vicinanza dell’intera Città alla famiglia Reali e all’Arma dei Carabinieri; l’esposizione a mezz’asta, nel corso della stessa giornata, della bandiera della città di Caserta sugli edifici pubblici; la partecipazione del gonfalone cittadino, scortato dagli agenti di Polizia Municipale in alta uniforme, alle esequie che si terranno a Piana di Monte Verna”.

Nello stesso provvedimento il sindaco Marino invita ad osservare nei luoghi di lavoro, sempre il giorno 9 novembre, un minuto di silenzio e raccoglimento alle ore 15.00, in coincidenza delle esequie e in tutte le scuole cittadine, nel corso dell’orario scolastico. L’ordinanza si chiude con l’invito ad osservare, nei luoghi ove si tengono eventi pubblici di spettacolo, intrattenimento o sportivi, un minuto di silenzio e raccoglimento o, comunque, una appropriata forma di ricordo.

Mentre dalla  pagina ufficiale dell’Arma dei Carabinieri:

“È morto schiantato da un treno Emanuele Reali, figlio di genitori che non è naturale siano destinati a sopravvivergli, marito di una donna a cui mancherà come l’aria, padre di due bimbe così piccole che a stento lo ricorderanno. È morto schiantato da un treno a Caserta, mentre inseguiva il quarto autore di un furto, l’ultimo ancora da arrestare. La sua fine richiama alla mente La locomotiva di Francesco Guccini, anche se è proprio un’altra storia. Ma c’è un verso di quella canzone che recita: “Gli eroi son tutti giovani e belli”. Era giovane il 34enne Emanuele Reali, quanto l’entusiasmo che lo ha spinto a rincorrere un reo senza preoccuparsi delle conseguenze, al buio lungo il binario di una ferrovia. Ed era bello quanto il suo atto coraggioso, unicamente dedito al dovere. Non avrà strade né piazze Emanuele Reali, perché è “solo” l’ennesima vittima di una guerra combattuta tutti i giorni, quella silenziosa contro il crimine. E perché, anche se qui lo scriviamo quattro volte, il suo nome a breve non lo ricorderà nessuno. Per noi però Emanuele Reali, Vice Brigadiere dei Carabinieri, sarà eternamente giovane e bello. Sarà per sempre un EROE.”

 

 

Print Friendly, PDF & Email