Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Napoli – E’ iniziata ieri mattina intorno alle 11.00 l’opera di demolizione delle Vele, il quartiere periferico di Scampia, noto purtroppo per fatti di cronaca nera legati alla criminalità organizzata .Gli escavatori demoliranno circa 50.000 metri cubi dei fabbricati che si estendono su un’area di 1.800 metri quadrati. La demolizione avverrà senza l’utilizzo di materiale esplosivo.

Vele: Un simbolo di sviluppo, non di degrado

Le Vele di Scampia furono progettate da Franz Di Salvo nel 1962. Il suo intento era quello di rendere il quartiere un simbolo di sviluppo e di ricostruire lo spirito dei vicoli in un condominio. Purtroppo. le cose andarono diversamente e Le Vele, negli anni, sono diventate il centro ed il simbolo del degrado e della camorra.

“Cancellare l’edilizia ghetto…”

L’Assessore alle Politiche Sociali dell’amministrazione cittadina Monica Buonanno:

«Non solo stiamo andando a smantellare, fisicamente, un simbolo che non possiamo più accettare, ma lo stiamo facendo tenendo ben impresse in mente tutta una serie di aspetti che vanno oltre la situazione emblematica. Stiamo distruggendo l’edificio di Gomorra per gettare le fondamenta di una sostenibilità diversa, per andare ad agire diversamente sull’emergenza abitativa, per cancellare una volta per tutte la forma mentis dell’edilizia ghetto che, per qualche precedente amministrazione, evidentemente non teneva conto di bellezza e dignità di queste persone».

(Fonte foto: Facebook)

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi