Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Arriva l’ennesima conferma sul fronte dei prestiti

Il dato interessante riguarda, in particolare,  quelli per i pensionati: gli ultimi dati danno il settore dei finanziamenti in crescita nel corso del 2014. Insomma, l’anno passato si è chiuso in modo molto positivo per il credito che ha decisamente invertito la tendenza rispetto agli ultimi 3 anni, considerati tra i peggiori da quando l’euro è entrato a sostituire la lira.

Il rialzo medio è stato del 10% così come l’importo medio richiesto, che è passato dai 10 mila euro circa del 2013 agli oltre 11 mila del 2014. Come dicevamo, sono andati molto bene i prestiti per i pensionati che hanno fatto registrare un aumento significativo. Secondo gli esperti di www.prestitiperpensionatiok.it il motivo è molto semplice: vista la crisi del mercato del lavoro e la conseguente alta disoccupazione (si parla del 13% di persone senza un impiego, oltre il 40% tra i giovani) sono in molti ad appoggiarsi ad un genitore o ad un nonno.

La pensione, infatti, è una delle garanzie preferite dalle banche e dalle finanziarie in quanto, essendo pagate direttamente dall’Inps o da un altro ente previdenziale, è quanto meno improbabile che non vengano percepite dall’interessato. Tra i finanziamenti per i pensionati più gettonati spicca la cessione del quinto della pensione, prodotto creditizio molto flessibile e conveniente.

In sostanza, l’istituto di credito che eroga il prestito tratterrà direttamente dalla pensione un importo pari ad un quinto del reddito mensile fino a rimborso completo del finanziamento stesso. La cessione del quinto della pensione ha la particolarità di essere un prodotto molto flessibile ed economico (i tassi di interesse proposti dalle banche sono molto più convenienti di quelli applicati ai normali prestiti) e, proprio per questo, è una tra i più sottoscritti. Tra le finalità più gettonate spiccano quelle relative alla casa e in particolare i finanziamenti per ristrutturazione, complice anche il bonus fiscale che ha spinto molti italiani ad effettuare investimenti per rimodernare la propria abitazione e adeguarla ai nuovi standard di efficienza energetica.

Nel complesso il 2015 non dovrebbe riservare grosse sorprese andando a rafforzare la tendenza in essere. Il settore dei prestiti dovrebbe continuare a crescere anche nel corso dei prossimi 12 mesi con i tassi di interesse che si manterranno bassi ancora a lungo per via delle misure adottate dalla BCE.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks