Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Accolta la richiesta di Papa Francesco. Il versetto “non ci indurre in tentazione” si trasformerà in “non abbandonarci alla tentazione”

Ci vorrà un po’ di tempo per abituarsi, ma la richiesta avanzata da Papa Francesco è stata accolta e presto entrerà in vigore la nuova versione del Padre Nostro.
Non si tratta di un grosso cambiamento, quanto piuttosto di un miglioramento del testo sotto il profilo teologico, pastorale e stilistico.
La preghiera più nota del mondo cristiano cambierà solo nella sua parte finale.
Il versetto «Non indurci in tentazione» diventerà «Non abbandonarci alla tentazione».

Nuova versione anche per il Gloria. Il versetto «pace in terra agli uomini di buona volontà» verrà sostituito dal versetto «pace in terra agli uomini amati dal Signore».

«Non è mai Dio a tentarci, quell’indurci è una traduzione non buona”

Papa Francesco aveva suggerito la correzione del Padre Nostro già a Dicembre del 2017.
Traducendo in italiano il Messale romano si era sicuramente incappati in un grossolano errore.
Non è certamente Dio ad indurci in tentazione, quanto piuttosto a liberarci.
Dunque, il cambiamento era necessario.
I vescovi francesi hanno scelto la traduzione “Non lasciarci entrare in tentazione”, mentre quelli spagnoli “non lasciarci cadere in tentazione”

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi