Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

E’ morto Stan Lee, il papà della Marvel, ideatore di personaggi e storie, editore, manager e produttore

Aveva 95 anni e soffriva di cuore. Era stato ricoverato al Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles per un’emergenza e purtroppo, non ce l’ha fatta.

Le sue creature

Tra il 1961 e il 1966, in collaborazione con le più grandi matite dell’epoca, Stan Lee creò i Fantastici 4, Spider-Man, Hulk, Thor, Iron Man, gli X-Man, il Dottor Strange, Daredevil, Pantera Nera.

In quegli anni la Marvel fu una vera e propria ventata di freschezza nel panorama dei fumetti e Lee ne fu il cuore pulsante: non solo creatore, ma anche grande imprenditore, sempre alla ricerca di nuovi spazi di mercato.

Oggi la Marvel non è più solo una casa editrice, ma un gruppo (Marvel Entertainment)  e i supereroi dei fumetti sono diventati i protagonisti di fortunatissime produzioni cinematografiche.

Il gioco dei cameo

Geniale e protagonista, il volto di Lee era divenuto popolare anche grazie al “gioco dei cameo” nei film Marvel.

In ogni produzione cinematografica o televisiva dei suoi supereroi, Lee faceva sempre una breve apparizione: in veste di postino, passeggero di un autobus, venditore di hot dog, barista, guardia, giurato.

Gli spettatori facevano a gara per scovarlo.

Una delle persone più influenti della cultura pop contemporanea

…e pensare che all’inizio il suo lavoro consisteva nel temperare le matite, prendere il pranzo per i disegnatori e assicurarsi che tutte le boccette di inchiostro fossero piene.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi