Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Gennaio è un mese di fuoco per tutti coloro si occupino di trading online

Questo mese, infatti, oltre ad essere ricco di dati economici importanti  è anche il mese delle elezioni anticipate in Grecia, nuovamente a rischio per la mancanza di liquidità. Gli specialisti di http://www.comefaretradingonline.com/ hanno provato a riassumere i market mover di questo mese, ossia i punti chiave da monitorare qualora si decidesse di investire sui mercati finanziari.

Per prima cosa abbiamo la Grecia, che il 25 Gennaio sarà chiamata ad eleggere il nuovo governo a cui, tra l’altro, spetterà il difficile compito di trattare gli aiuti finanziari, per una somma vicina ai 10 miliardi di euro, con la comunità internazionale. Le preoccupazioni dei mercati sono che, alle elezioni, la spunti la coalizione anti europeista Syriza che gli osservatori giudicano come un rischio per la permanenza della Grecia nell’Euro.

Un altro importante market Mover è la crescita dell’eurozona: è proprio di ieri la conferma che l’eurozona è entrata ufficialmente in deflazione. Ora bisogna uscirne al più presto o le conseguenze, come già ripetuto da Draghi, presidente della BCE, saranno catastrofiche. E proprio Draghi è atteso verso fine Gennaio, perchè il mercato si aspetta che metta in campo un quantitative easing, ossia delle misure per generare nuovi stimoli ai paesi dell’eurozona. Ovviamente una decisione in tal senso darebbe una bella spinta ai mercati finanziari che potrebbero mettere a segno una serie interessante di rialzi.

Da tenere d’occhio anche il problema relativo alla Russia, la cui crisi monetaria è tutt’altro che risolta, e soprattutto al Greggio che con i suoi prezzi sotto i 50 dollari al barile continua ad offrire un vantaggio ai consumatori ma, anche, un enorme danno a quei paesi che dal petrolio dipendono fortemente (come appunto la Russia).

Gestire e interpretare al meglio questa tipologia di informazioni è fondamentale quando si investe nel trading online perchè si possono sfruttare le enormi variazioni di prezzo che queste informazioni possono generare nell’arco anche solo di poche ore. Essere sempre sul pezzo, imparare a capire come si muovono i mercati e imparare ad usare tutti gli strumenti di protezione (come lo stop loss) farà davvero la differenza nel corso del 2015.

Un anno, il 2015, che sarà ricco di volatilità e che, più di un analista è pronto a scommettere, sarà quello della svolta in un senso o in un altro. Se si riuscirà a tenere a bada deflazione e crisi monetarie si aprirà la via della ripresa, altrimenti il rischio di un’Europa sempre meno forte e unita è più che concreto.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x