Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

La partita prima della sosta con il Genoa ha lasciato una pesante zavorra di assenti illustri. Pronto il tridente leggero per la sfida alla Lazio dell’Olimpico. Fischio d’inizio alle 15 di domenica.

 

Squalifiche e infortuni pesano sulle spalle del Bologna. A Roma contro i ragazzi di Simone Inzaghi mancherà l’asse centrale della squadra. Gastaldello dopo l’ingenuità commessa nell’ultima partita al Dall’Ara dovrà fare i conti con due giornate di squalifica (a causa dell’aggravante di essere capitàno). Il suo posto a fianco di Maietta verrà rilevato da Marios Oikonomou in cerca di quella continuità di prestazioni che gli manca dopo aver giocato una settantina di minuti con la nazionale greca a Tallinn contro l’Estonia. Dzemaili, invece, mancherà solo per questa partita e dovrebbe tornare utile alla causa contro il Sassuolo in casa. A sostituirlo all’Olimpico sarà Godfred Donsah, per la prima volta titolare in questa stagione dopo i frequenti infortuni che lo hanno colpito. Ultimo colpito dai guai fisici ma non certamente per importanza è Mattia Destro alle prese con una lesione al soleo che lo terrà lontano dal campo per almeno due settimane. Per un Destro che si infortunia, un Sadiq torna arruolabile ma certamente non ha ancora nelle gambe i minuti necessari per partire nell’undici titolare, pronto quindi il tridente leggero col falso 9 Verdi-Di Francesco-Krejčì per riscattarsi dalle prestazioni difficili di Torino e Napoli. Il ceco è in dubbio a causa del pervenire di una sindrome influenzale ma dovrebbe comunque farcela per il fischio d’inizio.

 

 

In casa avversaria

La Lazio arriva da una convincente vittoria 3-0 alla Dacia Arena (ex Friuli) contro l’Udinese. In formissima la squadra di Inzaghi in particolare un Keita Baldè rinato dopo gli attriti con la società e un Ciro Immobile in formato maxi che ha trascinato la nazionale con la sua grinta la nazionale italiana nelle ultime due uscite con la Spagna e con la Macedonia.

 

 

Ultimi 5 precedenti

2010/11 Lazio-Bologna   3-1
2011/12 Lazio-Bologna   1-3
2012/13 Lazio-Bologna 6-0
2013/14 Lazio-Bologna 1-0
2015/16 Lazio-Bologna 2-1

Le parole della vigilia

Roberto Donadoni come di consueto si presenta alla conferenza stampa della vigilia commentando l’impegnativo scontro di domani con la Lazio: “Io credo che ci siano tutte le condizioni per fare un’ottima prestazione dipenderà molto da noi indipendentemente dal valore dell’avversario che va riconosciuto ma non ritengo il Bologna assolutamente inferiore.” Mentre sulla sosta appena trascorsa: “Sono stati 15 giorni dove si è potuto lavorare bene ma chiaramente solo con i giocatori che erano a disposizione

Il suo omologo Simone Inzaghi nel ritiro di Formello come riporta laziochannel.it ha commentato :“Dove può migliorare la Lazio? C’è sempre da migliorare: ad Udine abbiamo fatto un’ottima gara ma sullo 0 a 0 abbiamo perso palloni che potevano essere pericolosi per noi; con l’Empoli abbiamo fatto un ottimo primo tempo poi ci siamo abbassati troppo. In ogni partita devi prendere le cose positive e negative, analizziamo sempre in video le lacune”. Mentre sulla partita di domani: “Dopo la sosta non abbiamo una buona tradizione ma anche il Bologna ha dei nazionali, quindi hanno preparato la partita come noi. Sicuramente dobbiamo fare attenzione perché sarà una squadra organizzata, ci saranno momenti in cui saremo aggressivi e altri un po’ meno”.

 

Probabili Formazioni

Lazio (4-1-4-1): Marchetti; Patric, De Vrij, Hoedt, Radu; Parolo; Felipe Anderson, Milinkovic Savic, Lulic, Keita; Immobile. All.: Inzaghi.

A disp.: Strakosha, Vargic, Prce, Wallace, Cataldi, Leitner, L. Alberto, Murgia, Kishna, Lombardi, Djordjevic.

Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth, Oikonomou, Maietta, Masina; Donsah, Nagy, Taider; Di Francesco, Verdi, Krejčì. All.: Donadoni

A disp.: Ravaglia, Gomis, Helander, Ferrari, Mbaye, Pulgar, Viviani, Rizzo, Mounier, Sadiq, Floccari

Arbitro: Signor Marco Di Bello di Brindisi

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi