Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Parma-Cagliari: Parmigiano versus Pecorino, chi vincerà al Tardini?

Si torna in campo dopo la pausa vincente della Nazionale, 3-1 e 2-1 contro Armenia e Finlandia, entrambe in trasferta.

In Ottobre basterà battere in casa la Grecia per avere la matematica certezza della Qualificazione ad Euro 2020, il primo campionato Europeo itinerante che avrà come gara inaugurale quella dell’Olimpico di Roma, si spera di giocarla in casa quella partita.

PARMA-CAGLIARI: LA GARA

Il Cagliari con la casella dei punti a quota zero, i padroni di casa coi 3 conquistati a Udine (3-1).

La ricerca del giusto modulo è il dilemma in casa rossoblù che, ormai da due settimane, devono considerare Leonardo Pavoletti, il giocatore più prolifico in attacco, come se non esistesse visto che da qui a 7 mesi potrebbe tornare in campo, praticamente a fine Aprile quando il campionato sarà quasi alla fine, quindi il 3-5-2-1 dovrebbe andare in cantina a favore di un più equilibrato 4-3-3, ma Maran non sembra molto propenso al gioco offensivo, vedremo cosa penserà.

Il portiere Cragno, invece, dovrebbe rientrare in Gennaio dopo la pausa Natalizia.

Embed from Getty Images

A lui si aggiunge da ieri sera pure Nainggolan, lieve indolenzimento muscolare giovedì mattina, non è sicuro che il ninja salti Parma ma forse sarebbe meglio tutelare il giocatore visto l’affollamento a centrocampo sarebbe degnamente sostituito da uno tra Ionita, Castro o Birsa.

Certo, inizialmente si è subito parlato di un mese di STOP pe il Belga-Indonesiano, attendiamo le ufficialità dall’infermeria per essere sicuri.

Avendo giocato sempre con lo schema dei lanci lungi in attesa del colpo da killer in area di rigore del Pavo, adesso, con Simeone e Joao Pedro come punte, si dovrà ben valutare il da farsi, se mettere davanti alle punte un trequartista come Castro, Nainggolan, oppure Nandez.

NANDEZ 7 MINUTI

Uruguaiano che rientrerà dall’altra parte del mondo avendo giocato con la sua Nazionale in Costa Rica e negli Stati Uniti, la prima persa 2-1 e la seconda 1-1.

Solo 7 minuti giocati, la Società rossoblù si è risentita di questo, convocare un giocatore dall’altra parte del globo per fargli fare solo una manciata di minuti, sottoporlo ad uno stress psicofisico notevole- visti i tanti voli internazionali-.

Ne valeva la pena, non poteva essere risparmiato?

FORMAZIONE ANTI-PARMA

I dubbi di Maran sono tanti, così come i rischi di incappare in una terza sconfitta e nei malumori già all’apice della tifoseria, non meno di quelli Societari, visto lo squadrone consegnato in mano al tecnico Trentino accusato dai tifosi di avere delle chiavi per una 500 ma con in mano una Ferrari.

Similitudini che riportano a pensieri Celliniani, ma lasciamo che i ricordi rimangano tali.

CERRI

La paura fa 90 dice il detto e i tifosi temono che l’incaponimento di Maran porti a mettere in campo ancora quel giocatore da lui considerato il naturale sostituto di Pavoletti ma che così non è.

Per cui si potrebbe ipotizzare questa formazione

Parma-Cagliari: Probabili formazioni

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Hernani, Barillà; Kulusevski, Inglese, Gervinho. All. D’Aversa

Cagliari (4-3-2-1): Olsen; Pinna, Ceppitelli, Klavan, Pellegrini.; Rog, Cigarini, Nandez; Castro , Joao Pedro; Simeone. All. Maran

Cerri andrebbe a prendere il posto a Joao o a Castro inserendo in più un altro centrocampista, forse Birsa.

Staremo a vedere cosa ci cucinerà Maran.

Gara in diretta su DAZN domenica 15 Settembre alle ore 15, Stadio Ennio Tardini di Parma.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi