" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Per il Cagliari la prima di tre partite basilari per la salvezza.

Dopo i Ferraresi alla Sardegna Arena senza il Nemico Numero 1, l’ex Marco Borriello, atteso e desiderato per ringraziarlo a dovere, ci saranno le due trasferte di Reggio Emilia col Sassuolo di Matri (fresco di rinnovo) e di Verona col Chievo.

Si attendeva che l’ex numero 22 si presentasse a Cagliari con in mano quella prova tanto decantata alla fine della diatriba e del suo addio a fine agosto ai colori rossoblu. Ed invece il furbo Marco ha lasciato che il silenzio mettesse fine alla sua pietosa telenovela e con quella promessa che, quando a Cagliari si fossero sapute le REALI ragioni del suo addio alla Sardegna, ecco, i cagliaritani avrebbero chiesto scusa

Magari avrà ragione lui, magari non è andato via per i soldi o per qualsiasi altra ragione che non fosse economica. Ha detto che i cagliaritani si sarebbero scusati. Si attendono al più presto le ragioni ufficili del suo addio.

Tornando a cose serie il Cagliari arriva alla sfida con i ragazzi di Semplici rinfrancata dal rientro in rosa del famosissimo giocatore della Nord Corea Han Kwang-Song

Embed from Getty Images

che, nel mercato estivo, era passato in prestito al Perugia assieme a Santiago Colombatto.

Sembrava che la Juventus fosse molto interessata alle prestazioni del ragazzo conteranneo del “famoso” Dittatore

Embed from Getty Images

ma forse i 20 (venti) milioni che sembrerebbe il Presidente Giulini abbia chiesto (per Barella 50!)

Embed from Getty Images

abbiano momentanemante tenuto lontane le zampe bianconere dal promettente attaccante.

Che sia la volta buona?

Realmente la Società dell’imprenditore milanese vuol far fare il salto di qualità ai rossoblu e tentare l’approdo in Europa entro qualche anno?

Arrivare al nuovo stadio, non la Sardegna Arena che è temporanea, con l’Europa League sarebbe un sogno. Ma si sa che i sogni son desideri e che il mercato è pazzo.

Aspetteremo la fine della prossima estate per sapere e capire se Barella e Han rimarranno ad alimentare i sogni in tinta rosso e blu! Nicolò sarà il nuovo Gigi Riva e lascierà suonare invano le sirene bianconere?

Una nota di colore:.

Questa personcina qua non si è adattata al Cagliari perchè era abituato a vincere, questa è la SCUSA con cui è scappato ed è andato al Toronto FC. Ma qualcuno lo ha obbligato a venire in Sardegna?Quanto sono sgradevoli certi calciatoricon certe dichiarazioni per giustificare un fallimento e additare le colpe ad altri. Sono sempre gli altri, è colpa degli altri, sempre, se si fallisce. Va bene, questa è una solfa già sentita e ritrita! Bravo Gregorio, bravissimo! Certo, la squadra nord americana per la prima volta nella storia della Major League Soccer ha vinto il torneo. Ma vuoi mettere la Serie A italiana con la MLSoccer? Non ci sono paragoni, come il famoso motto di una catena di negozi!! Va pure Gregorio, va  e vinci in Canada che è tutto quello che ti meriti! Da evidenziare, tra le altre cose, che se si dice che il ragazzo olandese è scappato lo si dice perchè il giovanotto non aveva il permesso dalla Società Cagliari calcio per andare in Canada. Si chiede il permesso e, come spesso accade, anche se malvolentieri, questo permesso te lo si da. Ma poi vomitare addosso alla tua ex Società che hai fallito perchè non eri circondato da vincenti è il massimo. Chi sarebbero questi vioncenti al Toronto? Vediamo. L’unico calciatore famoso in rosa al Toronto è Michael Bradley

Embed from Getty Images

ex Roma. Per il resto emeriti sconosciuti. Ma lui necessita di essere circondato da Campioni! Ma per favore! Fuggire senza permesso dalla Società proprietaria del tuo tesserino prevede una bella multa, o chissà quale altra sanzione amministrativa. Poi, visto che non si voleva creare nessun caso similare al Borriello, allora la cosa è stata lasciata andare assieme all’aereo che ha portato GVDW in territorio Nord Americano. Buona fortuna G!

LA PARTITA

A rendere felici sia il tecnico Lopez sia i tifosi rientreranno in squadra Joao Pedro che ha scontato le 4 (quattro) giornate inflittegli dopo il pestone rifilato a Federico Chiesa nella gara interna con la Fiorentina del 22 dicembre; lo stesso Barella e Pavoletti. A sostituire lo squalificato Pisacane per il NON fallo su Ricci di Crotone costata l’espulsione diretta dovrebbe esserci Romagna. Inoltre il neo prestito dalla Roma, il brasiliano Castan, sembrerebbe abbia rotto le gerarchie in difesa e spodestato, almeno momentaneamente, l’ex interista Andreolli che, in verità, non ha mai convinto. Troppo altalenanti le sue prestazioni e mai troppo convincenti per definire il ragazzo emiliano un perno della difesa come fu il suo attuale allentaore ai suoi tempi!

CAGLIARI (3-5-1-1): Cragno; Romagna, Castan, Ceppitelli; Faragò, Barella, Cigarini, Ionita, Padoin; João Pedro; Pavoletti.

Per la Spal, invece, quasi certa l’assenza di Floccari che non è al meglio; in ballottaggio per la sua sostituzione ci sono sia Paloschi, in rete con l’Inter nell’ultima partita, sia Kurtic.L’ex Palermo Cionek non dovrebbe essere della partita, per infortunio, al suo posto dovrebbe esserci l’ex Cagliari Salamon che riceverà un caloroso benvenuto: questo evidenzierebbe che basta essere corretti e onesti col pubblico, coi tifosi. Non necessariamente chi lascia una squadra, al ritorno in quel campo deve essere insultato o fischiato. Come diceva quella canzone, depende, da che depende? Da che punto guardi il mondo Tutto dipende!

SPAL (3-5-2): Meret; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Kurtic, Viviani, Grassi, Mattiello; Paloschi, Antenucci.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "