Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

A differenza della passata stagione, dove sconfisse per 2 a 1 la Dinamo Kiev, stavolta l’esordio in Champions per il Napoli è stato molto amaro. Infatti perde per due a uno regalando praticamente un tempo agli avversari e sommando questa sconfitta con quella della Juventus e il sudatissimo punto preso dalla Roma, questa prima giornata di Champions League è un clamoroso fiasco per le italiane.

Qualche cambio per la squadra di Sarri, con Diawara che sostituisce Jorghigno e Milik al posto di Driess Mertens, per il resto quelli previsti.

Comincia male il Napoli. Come già successo con Atalanta e Bologna, sono gli avversari a tenere il ritmo del gioco, Ma se col Bologna c’era stata comunque attenzione nella fase difensiva, stavolta i partenopei peccano anche su quella. Al quarto d’ora Zielinski entra troppo morbido su un contrasto facendosi rubare il pallone da Taison che batte Reina di sinistro. Ci si aspetterebbe una reazione dopo un gol, ma stavolta essa è molto debole, infatti manca la consueta velocità di manovra del Napoli, ma che comunque chiude all’attacco. Prima, su un cross di Ghoulam, Ordets per poco non beffa il suo stesso portiere. Portiere che poi devia in angolo un bel tiro a giro di Insigne.

Reazione che arriva veramente solo dopo un quarto d’ora del secondo tempo e per il peggiore dei motivi. Cross in area di Stepanenko, Reina  esce per intercettare ma manca completamente la presa e Ferreyra deve solo appoggiare per il 2 a 0. Esce quindi uno spento Hamsik che non riesce ancora a brillare ed entra Driess “Ciro” Mertens. E il Napoli cambia immediatamente volto. Subito il folletto belga impegna Pyatov, oggi veramente in serata, e costringe gli ucraini a chiudersi in difesa. Sarri gioca anche la carta Allan e il brasiliano si fa subito notare, recuperando un pallone a centrocampo e lanciando Mertens in area che viene atterrato da Stepanenko. Rigore ed ammonizione, graziato qui dall’arbitro in quanto era chiara l’occasione da gol per il Napoli.

Sul dischetto si ripresenta Milik dopo l’errore in Audi’s Cup, ma stavolta il polacco spiazza il portiere ed accorcia le distanze. Il Napoli assedia ma gli ucraini sono compatti e reggono bene l’assalto, grazie anche al portiere che toglie un pallone dalla porta proprio a Milik, riuscendo anche a far tremare il Napoli, colpendo un palo con Ferreyra con Reina ormai battuto. ribaltamento di fronte e Milik si divora il gol del 2 a 2.

Finisce così la prima giornata di Champion, con un magrissimo bottino per italiane. Al Napoli non resta che accantonare questa sconfitta, pensare al Benevento e rifarsi nella seconda partita del girone che si giocherà il 26 Settembre al San Paolo contro il Feyenoord (sconfitto in casa dal Manchester City per 4 a 0).

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x