Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Embed from Getty Images

Ma che bello il giochetto dell’italiano medio, quello di scaricare le responsabilità sull’altro.

E’ un gioco che sempre sentiamo; i vari Governanti parlano sempre della pesante eredità ricevuta quando entrano loro a gestire la cosa degli italiani.

Ma Marcello Nicchi, Presidente dell’Associazione Italiana Arbitri dichiara che allo stadio nessuno aveva visto nulla, quindi polemiche sterili e inutili.

Embed from Getty Images

Ma come, allora a  cosa serve il VAR?

Proprio a quello serve Caro Signor Nicchi, a vedere le cose che noi umani non possiamo vedere.

Nella stanzetta dei bottoni i Signori del VAR DEVONO osservare al microscopio le azioni, soprattutto in area di rigore, che NESSUNO, ULISSE compreso, avrebbero visto in diretta tv o allo stadio perché è quella l’utilità del VAR, a questo servirebbe la tecnologia perché poi le televisioni tirano fuori dal cappello il coniglio dell’episodio sfuggito all’arbitro e da qui le polemiche.

Come mai in Napoli-Cagliari l’uomo del VAR MARIANI ha trovato un fallo in area di rigore da attenzionare all’arbitro in campo tanto da costringerlo a fermare il gioco per due minuti e poi dare un rigore perlomeno discutibile a favore del Napoli al 97esmo minuto?

Signor Marcello Nicchi di Arezzo, Presidente AIA, Associazione Italiana Arbitri, questo intervento è da cartellino rosso; lei e la sua squadra arbitrale dovete toglierli i dubbi, non metterli.

Complimenti per la trasmissione!

Embed from Getty Images

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi