Una Finale che manca da troppo tempo a entrambe le squadre. I croati non hanno mai superato la semifinale, neanche nell’epoca dell’ex Iugoslavia e i rimpianti nel 1998 per quella palla persa da Boban al limite dell’area, mentre l’Inghilterra dalla vittoria della nazionale di Bobby Moore e Bobby Charlton nel 1966 e la semifinale persa ai rigori contro la Germania nel 1990. Anzi “mancava” per la Croazia da questa sera.

Embed from Getty Images

La partita è splendida, forse la migliore di questi mondiali. Al 5′ minuto gli inglesi passano già in vantaggio: Lovren atterra irregolarmente Delle Alli, punizione dal limite battuta da Trippier, tiro forte e preciso che batte Subasic, uno a zero.

Embed from Getty Images

I croati subiscono il colpo e, per circa venti minuti, non riescono ad uscire dalla loro area. Ma gli inglesi, forse per noncuranza, non affondano la stoccata finale, anche se (come già detto) impediscono qualsiasi gioco ai croati. Che però, lentamente, vengono fuori. Ma al 30′ Kane si divora un gol clamoroso; l’attaccante del Tottenham arriva a tu per tu con Subasic che riesce a fermarlo, sulla ribattuta tenta nuovamente la conclusione, ma mette sul fondo. Tre minuti dopo Rebic scatta pericolosamente ma Young chiude la linea della palla.

Nel secondo tempo la partita si accende ancora di più, le squadre hanno una finale da giocare. Il centrocampo praticamente sparisce e le squadre si allungano in maniera incredibile; gli inglesi vogliono chiuderla e i croati pareggiare. Al 55′ Trippier mette di prima intenzione un pallone in mezzo, pericolo per la Croazia, salvata da Mandzukic (che sembra avere, assieme a Modric, mille polmoni) che riesce ad allontanare. Al 65′ Cross di Modric, la difesa inglese ribatte ma Perisic colpisce il muro difensivo. Grosso pericolo per l’Inghilterra, che si salva solo grazie al proprio muro difensivo. Al 70′ pareggio Croato: Vrsaljko crossa dalla destra, salto di Perisic che anticipa tutti e, con un volo a gamba alta , pareggia il conto.

Embed from Getty Images

Al 72′ Perisic ruba il tempo a tutta la difesa inglese e batte Pickford ma colpisce il palo, poi sulla respinta di Walker  Rebic letteralmente passa al portiere inglese. Negli ultimi venti minuti la partita è veloce ma confusa, molta corsa ed energia ma poca sostanza. E così, per la terza volta, i Croati arrivano i supplementari.

Al 99′ palla gol per gli inglesi. Punizione dal limite, batte di nuovo Trippier, Stones interviene di testa ma Vrsaljko prima salva e poi libera sulla linea di porta. Non sembrano farcela più i croati., affaticati dopo due volte ai supplementari. Ma, al 109′, l’incredibile. Palla in mezzo per Perisic che interviene di testa e serve Mandzukic in area, Walker respinge male e la palla schizza verso il giocatore della Juventus che, di fronte al portiere, è freddo e segna la rete del vantaggio. E della finale.

Embed from Getty Images

Fuori Modric e Mandzukic, al limite, e dentro Badelj e Corluka. Gli inglesi perdono completamente la testa e, nonostante l’inserimento di Vardy per Walker, non riescono ad organizzare un attacco degno diq uesto nome. Anzi Kamaric, lanciato in contropiede, non vede Perisic liberissimo in area e calcia sul fondo divorandosi il tre ad uno ed il gol della sicurezza. Ma, alla fine, i croati reggono la sfuriata inglese ed anzi, l’arbitro turco Cakir blocca la ripartenza finale di Perisic ma ormai non ha importanza. La finale del 15 Luglio sarà Francia Croazia.

Embed from Getty Images

 

Print Friendly, PDF & Email