Il Bologna fallisce anche a Marassi, il 4-1 dei blucerchiati aggrava le posizioni dei rossoblu. Fenucci ribadisce la fiducia ad Inzaghi ma porta la squadra ritiro. Prima della finale del Castellani c’è però anche da giocare la partita di coppa che ad oggi pare superflua.

La gara di Marassi

Nulla da fare per Inzaghi e ragazzi, per la prima vittoria fuori casa bisognerà ancora attendere. Il Bologna, come non si era mai visto, scende in campo a Marassi senza spunti e molto remissivo. Gli errori difensivi spianano quindi la strada ai blucerchiati della Sampdoria. È stato però siglato il record, ovviamente negativo, di gol subiti in questo campionato in una partita. Il Bologna non riuscendo a portare punti a casa si distacca così dalla zona salvezza, il quartultimo posto è ad oggi occupato dall’Udinese e dall’Empoli che hanno allungato di una lunghezza il vantaggio sui rossoblu. Ci si interroga quindi sul prossimo futuro. 

Fiducia e ritiro

Certamente non si profila una settimana tranquilla, l’A.D. Fenucci ha confermato la fiducia ad Inzaghi ma ha anche annunciato il ritiro che per ragioni logistiche non potrà essere troppo lontano Bologna dato l’impegno di martedì pomeriggio in coppa Italia contro il Crotone. 

Un ostacolo chiamato Coppa Italia

Ad inizio anno sia Inzaghi che la società avevano individuato nella Coppa Italia un obiettivo per rendere la stagione un po’ più frizzante considerando le poche emozioni provate in campionato negli ultimi anni. La previsione però è stata errata. Il Bologna è impantanato nelle zone più calde della classifica senza segnali di vita e la gara contro il Crotone di martedì pare un ostacolo o una distrazione.

La finale del Castellani

All’orizzonte si intravede però già la trasferta di Empoli che sarà decisiva per la corsa salvezza per entrambe le squadre. Quella del Castellani sarà  una finale da non sbagliare,  pena aggravare la propria posizione.

Fonte immagine in evidenza: bolognafc.it

Print Friendly, PDF & Email