Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Esclusiva, Di Nardo: ” Juve Stabia, Caserta e’ sempre stato un leader, il Benevento deve sperare nell’Inter distratta, che ricodi con Rigano’ ed El Shaarawy”

Parla ai nostri microfoni Antonio Di Nardo, il suo ricordo ed un suo parere sulla Juve Stabia ma anche un pronostico sulla gara di Coppa Italia tra Inter e Benevento , lui grande ex  della strega:

“La Juve Stabia fa facendo un campionato di altissimo livello, una bellissima marcia anche se la strada verso la vittoria finale e’ ancora lunga, bisogna aspettare sperare.
Quando sono arrivato a Castellammare di Stabia, purtroppo non fu una stagione felice ma ricodo sempre con emozione il mio goal all’esordio, entrare e segnare dopo
dieci secondi sotto al curva, un qualcosa di fantastico. Caserta era un leader quando giocava,un uomo spogliatoio, non e’ facile confermarti a questi livelli,
lui lo sta facendo bene ma devo dare merito alla societa’ che ha dato fiducia ad un allenatore giovane con idee giovani. Mezavilla e’ una bella persona,
e’ tornato alla casa madre. Lui ha scritto pagine belle con questa maglia ed e’ tornato dove si e’ espresso meglio.
Coppa Italia Inter Benevento, il pronostico e’ ovviamente tutto per l’Inter ma dipende molto dalla testa dei giocatori, se l’Inter entra in campo distratta,
come lo scorso anno contro il Pordenone e se il Benevento ci mette coraggio ed entusiasmo si potra’ vedere un qualcosa di incerto. Difficile ma spesso
succedono cose clamorose. Il giocatore che ho avuto come compagno di squadra che mi ha impressionato e’ stato Rigano’, lui e’ arrivato tardi nel grande calcio,
un giocatore mostruoso per potenza fisica e quello che ha fatto a Firenze parla da solo. Anche El Shaarawy e’ un giocatore che ricordo con affetto, era giovane
ma aveva dei bei numeri. Come avversari, ne ho avuti tanti forti, la lista e’ lunga.”

Si ringrazia Antonio Di Nardo per il tempo concesso per questa intervista

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi