Inter-Parma 2-2: da incubo Hakimi e Lautaro

Inter-Parma 2-2 le pagelle: pomeriggio horror per Hakimi, Lautaro Martinez e De Vrij, bene Brozovic e Barella, double face Perisic.

Finisce 2-2 tra Inter Parma con i nerazzurri che riescono a pareggiare in pieno recupero.

 

INTER-PARMA 2-2 LE AGELLE

HANDANOVIC 6: inoperoso nei primi 45 minuti, non può nulla sulle reti di Gervinho.

DE VRIJ 5: contrariamente al solito, oggi gioca sul centro-destra. Viene preso in mezzo da Gervinho insieme ad Hakimi sulla rete dello 0-1 e se lo perde sullo 0-2. 

RANOCCHIA 6,5: prova qualche sortita palla al piede e solo Sepe con un mezzo miracolo riesce ad evitargli il goal di testa nella ripresa. 

KOLAROV 5,5: prova a segnare di sinistro nel primo tempo ma il tiro finisce fuori e successivamente trova una bella verticalizzazione per Hakimi. I suoi calci piazzati sono spesso insidiosi, realizza il bell’assist per il goal di Perisic. 

HAKIMI 4,5: spreca una buona chance di testa colpendo il pallone troppo sotto e mandandolo alto. Si perde insieme a De Vrij Gervinho sul goal del Parma. Giornata no per il marocchino che non salta mai gli avversari e sbaglia buone occasioni di testa. (Dal 78’ NAINGGOLAN s. v.).

BARELLA 6: cerca di creare scompiglio nella fase difensiva organizzata del Parma, ma non vi riesce più di tanto perché è poco assecondato dai compagni. (Dal 78’ ASHLEY YOUNG s. v.).

GAGLIARDINI 5,5: ci mette tanta voglia ma emergono i ben noti limiti tecnici. (Dal 58’ VIDAL 5,5: non riesce ad intercettare il passaggio di Kucka verso Inglese che porta al raddoppio parmense; nel finale tira alto da buona posizione ed è sfortunato quando manca il goal in tuffo). 

DARMIAN 5,5: meno brillante delle ultime uscite, si limita al compitino. (Dal 69’ PINAMONTI 5,5: cerca di sfruttare il suo fisico per difendere tutti i palloni che gli arrivano). 

ERIKSEN 5: conferma la poca integrazione nel calcio di Conte ma ci mette anche del suo. (Dal 58’ BROZOVIC 7: segna un gran goal e prova a scuotere i suoi con le sue doti da regista basso, incomprensibile la sua retrocessione nelle gerarchie di Conte). 

PERISIC 5,5: commette un grave errore al 2’ quando tira alto da posizione favorevole. Gioca in tre posizioni diverse (punta, esterno sinistro ed esterno destro) e riesce ad incidere solo in pieno recupero quando trova il goal del pareggio).

LAUTARO MARTINEZ 4: si vede poco nel primo tempo, scompare nel secondo. Emblematico il suo liscio ad un minuto dalla fine dopo la sponda di Perisic. 

CONTE 4,5: gli avversari hanno capito come disinnescare il suo calcio, urge trovare variazioni di tema. La forza delle sue squadre è notoriamente l’intensità, cosa che manca a questa Inter, incomprensibile come un tecnico della sua caratura non riesca ad apportare correttivi alla prevedibilità dei suoi. 

 

 

(Fonte immagine in evidenza: pagina Facebook F. C. Internazionale)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Home theater 2024: le migliori soluzioni dell’anno

Home theater 2024: le migliori soluzioni dell'anno per ottenere la migliore qualità audio ad oggi possibile

Napoli, prova ad evitare un controllo della polizia e dà vita ad un rocambolesco inseguimento

Un uomo di 37 anni, alla vista degli agenti, ha accelerato per evitare il controllo nonostante l'alt intimato. La fuga, però, è stata inutile:...

Juve Stabia altro riconoscimento per Langella

Juve Stabia arriva un importante riconoscimento per il Presidente delle vespe Presidente Andrea Langella insignito di un’onorificenza presso il comune di San Giuseppe Vesuviano Il Presidente...

Olimpia Milano Lo scudetto numero 31 è il sesto dell’era Armani

Olimpia Milano la società con un post social ricorda il percorso con Giorgio Armani e non solo: Il post social della società Da quando Giorgio Armani...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA