Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

L’Inter ha raggiunto l’accordo col Monaco per il prestito di Keita Baldé Diao, settimana decisiva sul fronte Modric.

 

Embed from Getty Images

 

Settimo acquisto per l’Inter in questa sessione di mercato: è fatta per Keita Baldé Diao. Il senegalese arriva con l’ormai famosa formula del prestito oneroso da 5 milioni con diritto di riscatto a 34 esercitabile dal prossimo giugno. L’ala nella scorsa stagione ha realizzato 8 goal in 33 presenze nel principato, mentre negli anni precedenti aveva ben figurato nelle fila della LazioKeita può giocare da ala o seconda punta su entrambe le fasce; diminuisce sempre più, a questo punto, lo spazio per Candreva. L’ex Monaco è arrivato a Milano già nella giornata di ieri, mentre oggi svolgerà le visite mediche di rito prima di firmare il nuovo contratto.

 

Embed from Getty Images

 

Sono giorni decisivi, invece, sul fronte Luka Modric: se il croato oggi verrà convocato per la Supercoppa europea, si ridurranno ulteriormente le speranze di vederlo in nerazzurro. L’Inter, arrivata a questo punto, sembra intenzionata ad aspettare il centrocampista fino alla fine del calciomercato, fissata per venerdì 17. Modric avrebbe un gentlemen agreement con Florentino Perez che prevede un’agevolazione in caso di richiesta di cessione, esattamente come è accaduto con Cristiano Ronaldo. Ma, in questo caso, il presidente del Real Madrid non sembra intenzionato a venire incontro al suo numero 10, dopo aver perso già CR7 e l’ex allenatore Zidane. I nerazzurri, a quanto pare, non hanno un piano B, molto improbabile un ripiegamento su Rafinha se il capitano della Croazia dovesse rimanere in Spagna.

 

Embed from Getty Images

 

Qualora non arrivasse Modric, bisogna deludersi il giusto, cioè POCO. Perché se è vero che si tratta di un fuoriclasse, alzi la mano chi anche solo un mese fa pensava che l’Inter potesse trattare giocatori di quel calibro. Si può assegnare indubbiamente un voto alto al mercato dei nerazzurri, che sono sicuramente usciti rafforzati da questa sessione, anche se il giudice supremo sarà il campo.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi