Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Juve Stabia, Canotto e quel vizio che non vuole smettere mai

Quelle notti son proprio quel vizio
Che non voglio smettere, smettere, mai…cos’ canta Luciano Ligabue in “Certe Notti”, le partite di Luigi Canotto e quel meraviglioso vizio del goal. Dopo l’Infortunio l’esterno offensivo vorra’ tornare a gonfiare la rete.

Dopo la gara, Luigi Canotto si presenta con il pallone in conferenza. Felice come un bambino, ecco le sue parole

E’ oramai il secondo anno con la maglia della Juve Stabia, uno dei migliori anche se in questa seconda parte di stagione, il derby contro la Casertana e’ stato fatale per lui, stiamo parlando di Luigi Canotto, uno degli esterni piu’ forti del campionato che ha il meraviglioso vizio del goal.
Giocatore di grande temperamento in campo, uno che si fa sentire, ragazzo sempre sorridente fuori, questo e’ Luigi Canotto, un personaggio mai banale che non le manda certo a dire. Un genietto spesso ribelle, che ama spaccare le partite con la sua prepotenza e voglia di vincere.

Assist e goal, questa e’ la sua medicina e per le vespe, perderlo e’ stata una mezza mazzata, anche perche’ aveva iniziato la stagione con tanti sms di corteggiamento verso le reti avversarie. In zona goal, e’ stato sempre prepotente, chiedetelo per esempio al Povero Narciso della Sicula Leonzio, quando Canotto si regalo’ una tripletta che in carriera fa sempre media e morale. A Tratti devastante, insomma un mix di cattiveria sportiva e geniailita’. Spesso le difese avversarie fanno fatica a contenerlo, anche perche’ da quando e’ arrivato a Castellammare di Stabia, ha sempre dimostrato di essere un giocatore da categoria superiore ed inoltre, quando torno’ in campo contro il Matera, gli “Ole'” del pubblico, evidenziarono sicuramente tutto l’amore e l’affetto che la piazza ha per questo giocatore. Nonostante l’infortunio, e’ stato un 2018 da ricodare per lui ed i tifosi sperano che possa essere un anno ricco di soddisfazioni perche’ la Juve Stabia ha bisogno dei suoi goal ma noi siamo sicuri che Canotto non abbia  perso questo meraviglioso vizio, perche’ il vizio di fare goal non si perde praticamente mai.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi