Register
A password will be e-mailed to you.

Oggi abbiamo raggiunto lo Stabiese Francesco Marano, da due anni faro della mediana dei Leoni di Lentini, ecco il suo pensiero in questa intervista:

Che Stagione è stata l’ultima con la Sicula Leonzio?

E’ stata una stagione positiva, abbiamo raggiunto la salvezza in anticipo ma avremmo potuto fare qualcosa in piu’. Colpa degli infortuni ma anche per qualche demerito nostro.

In questo campionato si sono alternati due ottimi allenatori come Bianco e Torrente. Da un punto di vista Calcistico ed Umano che che contributo hanno dato i due mister a Francesco Marano?

Ogni allenatore porta la sua idea di calcio. Il nostro scopo e’ mettere in campo quella idea.Noi ci siamo sempre riusciti, solo che Bianco ha pagato quel periodo molto negativo nel mese di dicembre. A livello umano persone di carattere , due grandi professionisti che mi hanno offerto molto e mi portero’ dietro la loro esperienza.

Il tuo rapporto con Il Presidente Leonardi?

Un ottimo rapporto, il classico rapporto giocatore presidente, ossia di grande rispetto.

I tifosi della Sicula Leonzio ti vogliono bene. Che cosa ti senti dire a loro?

Loro devono stare sempre vicini alla squadra, come hanno in questa stagione e sono sicuro che lo faranno anche con la nuova Sicula Leonzio del prossimo campionato.

Una parentesi della tua Carriera è stata la Juve Stabia. Uno Stabiese che gioca con la maglia della sua città che cosa significa?

Ero praticamente un ragazzino, oggi sarebbe diverso, ho piu’ esperienza. Ero spensierato e forse questo mi ha aiutato molto. Posso dire semplicemente che e’ stato bellissimo.

Una curiosità, quando hai giocato contro la Juve Stabia che cosa hai provato?

Non e’ mai una partita normale, diversa dalle altre,giocare contro la tua citta’ fa sempre un certo effetto. Un mix di grandi emozioni.

 

Da avversario, come hai visto le vespe in questa stagione. Proprio a Lentini arrivò una partita pazzesca

La Juve Stabia ha meritato la vittoria del campionato. Prima dall’inizio alla fine , una squadra che ha praticamente perso solo a Catania, una squadra che aveva questo obiettivo e non ha mai vacillato. Anche se sulla carta non erano favoriti ma hanno fatto un qualcosa di incredibile.

A chi si ispira Francesco Marano come calciatore?

Ti potrei fare tanti nomi, ma ti dico Daniele De Rossi, uomo d’ordine della mediana, uno di corsa, uomo capace di realizzare tanti goal.

Non sei un attaccante ma hai realizzato tanti goal e mi permetto di aggiungere mai banali. Esiste un goal che preferisci o che ti porti nel cuore?

Sicuramente quello a Scafati! Ricordo lo Stadio Pieno, entrai nella ripresa e feci subito goal, peccato solo che la Juve Stabia,pareggio’ quella partita ( 2-2), ma quando ci penso l’emozione e’ sempre grande.

Nel tuo futuro sarai ancora a Lentini?

Il mio contratto scade il 30 giugno, non lo so,pero’ posso dirti che comunque vadano le cose a Lentini ho passato due anni bellissimi in questa terra meravigliosa che si chiama Sicilia.

Si ringrazia Francesco Marano per il tempo concesso per questa intervista

( Foto Principale per gentile concessione intervistato)

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi