Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Domenica sera la Juve Stabia uscendo vittoriosa dallo scontro del “Romeo Menti” contro il Cosenza potrebbe essere la regina del girone per un notte.Concentrazione massima dovrà essere l’ingrediente principale per continuare ad inseguire il sogno delle “vespe”.

Potrebbe essere un Halloween “da paura” quello di lunedì per Lecce e Foggia che si affronteranno nel super derby di Puglia al “Via del mare” di Lecce,dove un pareggio potrebbe rivelarsi inutile ad entrambe le formazioni. Ad attendere la Juve Stabia delle meraviglie di mister Fontana ci sono i “lupi” del Cosenza. Quando si dice al posto giusto e al momento giusto,nessun animale più del lupo si addice alla gara di domenica prossima; il lupo feroce e pronto ad attaccare al momento giusto,aspettando con pazienza e dilaniando senza pietà la propria preda potrebbe essere rappresentato dal pericoloso Cosenza di Roselli.

Il Cosenza,reduce da una sonora sconfitta in casa della Fidelis Andria arriva a Castellammare assetato di punti,bisognerà tenere gli occhi aperti contro una squadra che dista solo 3 misure dalla Juve Stabia e che sin qui si è dimostrata abbastanza ordinata in difesa e molto rapida nel riversarsi in zona gol. Ci sarà più di un calciatore da tenere sotto controllo,stiamo parlando dei vari Gambino,Baclet,Statella,Cavallaro e Mungo su tutti.

La Juve Stabia in casa ha fin qui letteralmente ridotto alla polvere qualsiasi avversario,lasciando le briglie ad un gioco assolutamente avvolgente che ha lasciato a bocca aperta gli addetti ai lavori e non solo.Un gioco spumeggiante che lontano dalle mura amiche è sembrato un tantino incatenato,anche se nell’ultima gara le “vespe” sono uscite vittoriose dal difficile derby di Pagani,lasciando la Paganese a bocca asciutta.

I calabresi sanno cosa aspetta loro nel fortino della Juve Stabia,dove al bel gioco dei padroni di casa si sta pian piano aggiungendo il ripopolamento dello stadio e comincia a sentirsi nuovamente il calore di una piazza che si era presa una pausa “di riflessione” dal calcio.Inoltre la squadra campana sente partita dopo partita il bisogno e la voglia di portare il bottino pieno a casa,fattore non da poco che potrebbe incidere nell’economia di questa gara.Se a ciò andiamo ad aggiungere l’idea di essere la capolista per una notte,inutile dire che la carica sale a mille.

La determinazione di Fontana si è mescolata a quella dei giocatori che sembrano aver acquisito anche una certa mentalità,creando un mix di emozione ed attaccamento che in campo è più che visibile.La Juve Stabia sembra aver trovato in Ripa l’emblema della sua rinascita,giocatore che è stato falcidiato da un infortunio tremendo nel corso della passata stagione e che quest’anno sta ritrovando la continuità del goal.E a dire il vero,nel tridente Sandomenico-Ripa-Marotta la squadra Stabiese sembra aver finalmente trovato una propria dimensione e un proprio stile di gioco. Un centrocampo molto aggressivo e veloce a dettare i ritmi di gioco come quello che è a disposizione quest’anno di Fontana non lo si vedeva da anni,e una difesa così solida non la si possedeva neanche in serie B…a dirlo sono i numeri.

Domenica dopo anni di sofferenze e lacrime amare,la Juve Stabia potrebbe per una notte riassaporare le gioie che dal passato gli sono state tolte,così,senza preavviso…ed una piazza che meritava tanto è sprofondata nell’oblio. Per una notte,signori e lettori,la Juve Stabia potrebbe essere la capolista del girone C. In mano ai ragazzi targati Franco Manniello c’è una notte di sogno,che significa davvero poco a livello di concretezza,ma molto a livello morale.Contro il Cosenza sarà dura,ma da una squadra capace di mettere in gabbia compagini del calibro del Foggia ci si aspetta una prova maiuscola,come fin qui è sempre stato sul sintetico del “Menti”.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi