Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Al Menti si gioca finalmente il match Juve Stabia-Siracusa, squadra con cui le vespe hanno un gemellaggio fortissimo e che è un’autentica festa di sport. Giornata piovosa, che rende il campo difficile

Juve Stabia-Siracusa, così in campo

Juve Stabia: Russo, Cancellotti, Atanasov, Kanoute, Marotta, Liotti, Morero, Izzillo, Esposito, Mastalli, Montalto. All. Fabio Caserta (Gaetano Fontana squalificato)

Siracusa: Santurro, Dentice, Baiocco, Turati, Catania, Spinelli, Di Dio, Talamo, Valente, Brumat, Pirrello. All. Andrea Sottil.

Primo tempo Juve Stabia-Siracusa

Al pronti via, Sottil perde Valente per una noia muscolare. Al suo posto Dezai.

Le vespe provano a prendersi subito il centro del ring e Montalto esalta due volte Santurro al minuto 9 e al minuto 12.

Al 33′ Liotti offre un delizioso invito a Kanoute, che impatta benissimo. 1-0 per i padroni di casa.

 

Le vespe insistono e trovano il punto del 2-0. Cancellotti sfonda sulla sua fascia e penetra nel vertice basso dell’area. La sua conclusione non lascia scampo a Santurro.

Al minuto 43, Morero alza bandiera bianca. Al suo posto Amenta.

Secondo tempo Juve Stabia-Siracusa

Dopo il the caldo, Kanoute ha una bella occasione, ma non va.

Al minuto 58, primi lampi di Siracusa che crea il primo periodo con un cross.

Mastalli ci prova dalla distanza, ma Dezai sfiora il goal per il Siracusa con un bel tiro a fin di palo.

Al 73′ torna in cattedra la Juve Stabia che sfiora il tris con una bella azione personale. Santurro è lesto a proteggere il proprio palo.

Al minuto 82, Amenta, già ammonito, si rende protagonista di un fallo ingenuo nell’area ospite. Secondo giallo e vespe in dieci uomini.

Caserta si inventa Liotti centrale e si rivede Liviero dopo la trasferta di Livorno.

Lisi prova a fare male in contropiede, ma la sua conclusione finisce fuori.

Minuto 92, Mastalli in sfiora il tris.  Finisce 2-0.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi