" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Felice Ciccone è il nuovo presidente della Juve Stabia, a rivelarlo è stato l’ex presidente Manniello oggi pomeriggio in una conferenza stampa.

 

Oggi è stata una giornata cruciale per la Juve Stabia, la società campana infatti è stata ceduta a Felice Ciccone che diventa il nuovo presidente ora possessore del 67 % delle quote. Il suo predecessore Franco Manniello deterrà il restante 33 %.

Il primo a prendere la parola è stato il direttore generale delle VespeClemente Filippi:” Questo è un giorno molto importante per il calcio stabiese, giorno che segna l’inizio di una nuova era. Ovviamente ringrazio il presidente Manniello che è stato colui che per 10 anni ha dato lustro al calcio stabiese. Ora il presidente ha formato una società nuova, passo la parola a lui”. 

 

 

A rendere ufficiale il passaggio di consegne è l’ormai ex presidente Franco Manniello:” Ad un mese da quel comunicato, comunicato fatto perché oggettivamente da solo non avevo la possibilità economica di fronteggiare un campionato di Lega Pro, ho voluto lanciare un segnale forte: o si trovano persone che aiutano la società o mi devo fermare. È stato un mese assurdo, mi ha contattato chiunque, compratori seriali o imbroglioni, ho visto cose inaudite, ma ho sempre avuto la speranza di salvare il calcio professionistico a Castellammare. Smentisco molto di quello scritto finora dalla stampa, non ho avuto trattative con imprenditori stabiesi. Si è detto di tutto. La cosa che più mi ha fatto piacere è stata la solidarietà dei tifosi che sono stati sempre dalla mia parte nonostante tutto. Ho lottato come un leone e sono orgoglioso di aver trovato queste persone, persone che, tra l’altro, hanno preteso che rimanessi in società, nonostante io volessi lasciare. Non si sarebbe trovato un accordo senza che io rimanessi in società. Ora inizia la vera sfida. Ora voglio capire se la città riesce a dare una risposta dal punto di vista degli abbonamenti. Contano solo i fatti. Mi auguro che anche l’amministrazione comunale ci venga incontro. Voglio precisare che la Juve Stabia non sarebbe fallita, perché non ha debiti, semplicemente non avrei iscritto la squadra al campionato. Ma per fortuna ho trovato persone per bene, il nuovo presidente della Juve Stabia è il signor Felice Ciccone. Abbiamo fatto un ennesimo miracolo, bisogna ringraziare queste persone che hanno fiducia nella città di Castellammare di Stabia. I prezzi degli abbonamenti saranno gli stessi dell’anno scorso. Siamo stati ammessi al campionato, anche se partiamo con 1 solo punto di penalizzazione. Passo la parola al nuovo presidente”.

 

 

Ecco le prime parole di Felice Ciccone da presidente della Juve Stabia:” Ringrazio Manniello, abbiamo apprezzato il suo lavoro e abbiamo voluto fortemente che rimanesse. Il nostro incontro è stato del tutto casuale ed è avvenuto la settimana scorsa grazie a Fogliamanzillo. Confermo che tutta la gestione precedente è stata confermata per il prossimo campionato, vogliamo dare continuità a questo progetto cercando di portare questa squadra ai vertici del campionato, ma ci sono anche progetti di solidarietà che vanno al di là dell’aspetto calcistico. Siamo una società di imprenditori di diritto inglese che si occupa di ristrutturazione e partecipazioni in società, che ha deciso di portare avanti questo discorso sul territorio. Vi chiedo un supporto e sostegno da parte vostra, anche perché veniamo da lontano. Questa è la nostra prima esperienza nel mondo del calcio. Il direttore sportivo e l’allenatore con tutto lo staff sono stati confermati. Ho incontrato questi ragazzi stamattina e ho apprezzato la volontà la dedizione e l’amore che hanno per questa società. Vogliamo far crescere la squadra anche dal punto di vista commerciale. La società che rappresento si chiama “Financial private capital ltd”. Io posseggo il 67 % delle quote e Manniello ha il 33 %. Rispetto a tante altre squadre di categoria, credo pochissime abbiano il bilancio a posto come la Juve Stabia. Cercheremo di andare il più lontano possibile. Vogliamo anche riqualificare il territorio, ridefinendo tutte le categorie del settore giovanile, fare un progetto con delle affiliazioni diffondendoci su tutto il territorio campano. Ho incontrato il responsabile del settore giovanile e abbiamo concordato di ripartire, anche lui è stato confermato”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "