Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Marsala 1912F.C-Corigliano: Cuore, volontà e il Marsala torna alla vittoria

Marsala 1912F.C-Corigliano: Ha avuto la meglio la voglia di vincere del Marsala su un Corigliano arcigno, quadrato e ben disposto in campo. Troppa era la voglia di riscatto dei calciatori azzurri, dopo le tre sconfitte consecutive che avevano incrinato la classifica fino ai limiti dei play-out.

E così, dopo un’altra settimana convulsa, ma stavolta per i movimenti del mercato dicembrino, capitan Balistreri e compagni ce l’hanno fatta ad aver ragione dell’avversario di turno. Reduce anch’esso da un periodo non certamente migliore.

In una gara dove i tre punti in palio erano fondamentali per entrambe le contendenti, il cuore e la grinta hanno fatto valere il proprio peso specifico. Il Marsala, oggi in maglia rossa, ha dato il meglio di sé per superare l’ostacolo. Riuscendo, a dieci minuti dal termine, ad acciuffare quella vittoria che tutti ci aspettavamo.

Con i due “nuovi” arrivati, Candiano e Lo Cascio, subito in campo, mister Terranova, al debutto anche lui, ha ridisegnato la squadra, affidando il centrocampo a La Vardera e Lorefice, a supporto proprio di Candiano. Mentre Lo Cascio è andato sulla fascia sinistra, lasciando Lo Iacono su quella destra e il duo Monteleone-Montuori al centro della difesa, davanti a Russo.

In avanti Pucci, Balistreri e Padulano. Mister De Sanzo ha invece puntato su due giocatori d’esperienza come capitan Cosenza e Catalano nella zona nevralgica, schierando Balsamà seppur in non perfette condizioni fisiche in avanti assieme a Talamo. In difesa ha giganteggiato Strumbo.

Gli azzurri, dopo le prime fasi di studio trovano subito, dopo meno di dieci minuti, il goal del vantaggio: discesa dell’ottimo Lo Iacono sulla fascia destra, pallone al centro e tocco “maligno” di Balistreri che sorprende tutti. Il pallone rotola lentamente nel sacco, alla destra di un sorpreso La Cagnina.

Gli ospiti accusano il colpo e provano a reagire solo al 17’, quando Catalano ci prova dal limite senza troppe pretese: pallone ben alto sopra la traversa. Ma quando i calabresi affondano veramente, riescono subito a pervenire al pareggio: cross rasoterra dalla destra di Maniscalchi e Balsamà, tutto solo a due passi dalla porta, insacca girando alle spalle di Russo. Subito dopo lo stesso Balsamà viene sostituito da Khouaja, probabilmente per il riacutizzarsi di un problema fisico. Al 26’ fallo di Monteleone su Maniscalchi: punizione dal limite di Catalano che manda il pallone a stamparsi sull’incrocio dei pali. Al 44’ è Talamo a schiacciare debolmente di testa, incornando uno spiovente dalla destra: Russo para a terra.
Il primo tempo finisce 1-1.

Si riparte con il Corigliano in avanti: ancora Talamo, dopo 8 minuti, corregge un cross dalla sinistra, ma il pallone sfiora la trasversale tra la disperazione dei suoi compagni.

Il Marsala approfitta di una fase di stallo della partita per rifarsi sotto con maggior decisione: al 20’ La Vardera viene lanciato in area ma il suo tocco al centro è allontanato da un difensore. Cinque minuti dopo Padulano viene buttato giù in area, ma l’arbitro lascia proseguire. Mister Terranova manda allora in campo Maiorano, proprio al posto di Padulano, ormai a corto di fiato per il gran correre.

E proprio il biondo attaccante azzurro, poco oltre il trentesimo, entra in area ben lanciato da Lorefice e batte La Cagnina con un preciso rasoterra. La gara cambia inerzia: i calabresi si gettano in avanti alla disperata ricerca del pareggio, ma il Marsala si chiude bene, asfissiando a centrocampo la manovra ospite. Entrano Ferchichi per Candiano, Scalisi per Pucci e alla fine debutta anche Federico, che subentra a Lorefice.

Il Corigliano, tranne che con alcuni lunghi lanci da centrocampo ben arginati da Russo in uscita, non riesce più a pungere.

Il Marsala conquista così tre punti preziosissimi. Nel calcio chi segna vince e, anche se gli ospiti avrebbero sicuramente meritato complessivamente il pareggio, la vittoria degli azzurri non fa una grinza. Premiando l’abnegazione e l’attaccamento alla maglia di una squadra che ha dimostrato di saper soffrire per tutta la durata del match.

Fonte Marsala Calcio

Marsala – Corigliano 2-1

Marsala: Russo (00), Lo Cascio, Monteleone, Montuori, Lo Iacono, La Vardera (00), Candiano (33’ s.t. Ferchichi) Lorefice (45’ s.t. Federico), Padulano (28’ s.t. Maiorano), Balistreri, Pucci (02) (40’ s.t. Scalisi).
In panchina: Giordano, Vellutato, Ogbebor, Di Chiara
All. Terranova

Corigliano: La Cagnina, Infusino, Colombatto, Strumbo, Capuozzo, Maniscalchi (dal 15’ s.t. Cenci), Cosenza, Cito (38’ s.t. Leonardi), Balsamà (24’ p.t. Khouaja, 34’ s.t. Schena), Talamo, Catalano.
In panchina: D’Aquino, Bianco, Buccino, Aversente, Mastrota
All. De Sanzo

Marcatori: 9’ Balistreri, 24’ Balsamà, 80’ Maiorano

Ammoniti: Maniscalchi (C), Monteleone (M), Cito (C), Strumbo (C) La Vardera (M)

Arbitro: Giacomo Lencioni (Lucca)
Guardalinee: Simone Piomboni (Città di Castello), Diletta Roccaforte (Perugia)

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi