" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Salernitana-Cremonese: 3-3

Salernitana-Cremonese: La Salernitana spera di raccogliere la prima vittoria dell’era post Covid contro la Cremonese,una delle deluse del campionato che galleggia in zona playout. Tuttavia, lo stesso cammino granata alla ripresa si è rivelato deludente, con un pareggio interno ed una sconfitta rimediata a Chiavari con una prestazione abulica.

Ventura torna al consueto 3-5-2 , inserendo Dcźizeck al centro della manovra e Migliorini al posto di Billong. I padroni di casa devono necessariamente vincere per ritrovare la piena zona playoff. Giannetti affianca Djuric in fase d’attacco.

Temperatura molto alta: circa 30 gradi presenti quest’oggi all’Arechi. Considerando anche la distanza ravvicinata fra le varie partite,sarà fondamentale la tenuta atletica.

Dopo una fase di studio, la Cremonese subito approfitta di uno sbandamento della difesa granata. Malinteso tra Jarozinsky e Migliorini, Celar si inserisce e,trovatosi solo davanti a Micai, lo trafigge al 5′ . 1 a 0 per gli ospiti a sorpresa.

E la Salernitana? Poca cosa! Tenta di imbastire qualche azione degna di questo nome ma la barriera proposta da Bisoli riesce ad avere la meglio, complice la poca precisione degli avanti granata. Al 20′ si registra, comunque, un episodio più che sospetto nell’area degli ospiti.

Giannetti viene colpito nettamente ma l’arbitro lascia correre. Per il resto la Salernitana esprime poco o nulla, eccezion fatta per un bel tiro di Dziczek da fuori area che impensierisce il portiere lombardo. Due i minuti di recupero ma non succede più nulla. Il primo tempo si conclude con il vantaggio ospite.

Ripresa che inizia con gli stessi interpreti in campo. Dopo due minuti gli ospiti si rendono pericolosi con un colpo di testa di Ravanelli e subito dopo sfiorano il raddoppio, mancando di poco la deviazione sotto porta.

Dopo qualche tentativo vano dei padroni di casa al 22′ la Cremonese raddoppia ancora con Celar su una ripartenza. Episodio chiave al 25′. Fallo di mano di Arini in area che viene espulso per doppia ammonizione.

Va Dziczek sul dischetto e dimezza le distanze. Subito dopo cross pennellato da Lopez per Di Tacchio che di testa pareggia con un colpo di testa preciso. Poco prima,il subentrato Cerci , che di fatto ha cambiato l’inerzia della gara,aveva sfiorato la rete direttamente dal corner. 2 a 2 e partita in equilibrio.

Tuttavia, all’86’ Zortea con un tiro-cross indovina lo specchio della porta per il 3-2 ospite. A questo punto la Salernitana si riversa tutta in avanti mentre sulla panchina Bisoli si rende protagonista di un autentico show, inveendo contro tutti i presenti, in piena trance agonistica.

Sul finire l’arbitro è stato costretto ad espellerlo insieme al suo secondo. 6 i minuti di recupero concessi dal direttore di gara ed al 94′ Ravanelli atterra Gondo in piena area, nonostante un sospetto fuorigioco.

Va Di Tacchio dal dischetto e realizza il 3-3 finale per un punto che fa sicuramente morale, in vista del prossimo derby interno contro la Juve Stabia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami