Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Il Napoli aveva necessità di ritrovare due cose: vittoria e serenità, soprattutto guardando i risultati di Lazio e Juventus. E vince regolando il Benevento in un derby controllato dalla squadra di Gattuso che, recuperando qualche giocatore, comincia a ritrovare equilibri ed efficacia di manovra. E non un caso che il ritorno di Mertens, con gol, coincida con il ritorno della fluidità di manovra.

Gattuso rilancia per l’appunto parte della vecchia guardia: il già citato Mertens in attacco e Ghoulam terzino sinistro. Il tipico albero di Natale di Pippo Inzaghi (in tribuna, squalificato a causa dell’espulsione rimediata contro la Roma) è lo stesso che ha retto domenica scorsa l’urto della Roma al Vigorito. Unica eccezione l’assenza per squalifica di Glik.

La prima conclusione è proprio dell’attaccante belga che, vedendo Montipò fuori dai pali, tenta il gol del fuoriclasse da posizione defilata col pallone che sfiora la traversa. Ma il gol arriva al 34′. Cross di Di Lorenzo, la palla finisce sui piedi di Ghoulam. L’algerino mette in mezzo, Mertens ruba il tempo a tutta la difesa e fa uno a zero.

Embed from Getty Images

Il raddoppio arriverebbe quattro minuti dopo con Zielinski. Il polacco, dopo una bella costruzione, tira dai venti metri battendo di nuovo Montipò. Ma Insigne, nettamente in fuorigioco, è davanti al portiere bloccandogli la visuale. Nel secondo tempo la partita continua come nel primo tempo. Al 64′ il capitano sfiora il gol del raddoppio. Due minuti dopo cross sempre di Insigne. Di Lorenzo e Letizia si ostacolano a vicenda, la palla carambola sul fianco di Politano e finisce in porta.

Embed from Getty Images

La partita sarebbe in controllo totale ma Koulibaly decide di dare un po’ di pepe. Già ammonito, all’80’, con palla sulla linea di fondo del Benevento, decide di affondare il su Letizia. Fallo sciocco ed inutile, ma secondo giallo ineccepibile. Tuttavia alla fine arriva la vittoria, anche se giocare a Reggio Emilia senza il K2 sarà difficile. Ma oramai al Napoli è vietato sbagliare.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x