Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Nell’irreale silenzio dello Juventus Stadium, la sera del 9 marzo 2020 va di scena il posticipo Juventus-Inter, che ha visto imporsi i bianconeri con un netto 2-0. Di seguito il racconto ed il tabellino della gara.

Juventus-Inter: il racconto della gara

Dopo giorni di polemiche, si scende in campo a porte chiuse. Sarri tiene in panchina Dybala per Douglas Costa e Pjanic per lasciare spazio a Bentancur. Anche Conte tiene fuori Eriksen e nel frattempo recupera Handanovic tra i pali, mentre si affida ancora una volta a Bastoni al posto di Godin. Il primo squillo è degli ospiti: conclusione da fuori di Vecino e palla che termina alta. La Juventus risponde immediatamente con un bel colpo di testa di De Ligt che trova la risposta di Handanovic. Lo sloveno si ripete più tardi su un bel mancino di Matuidi, su cui si distende egregiamente. La Vecchia Signora ci prova sulle palle alte (prima Ronaldo, poi De Ligt), i nerazzurri aspettano con pazienza vanificando le giocate avversarie. Da lontano ci provano anche Candreva e Brozovic, ma senza mai essere veramente pericolosi. Su corner è ancora occasione Juve, con Bonucci che anticipa tutti nello stacco ma non trova lo specchio della porta. Si va al riposo sullo 0-0.

La prima occasione della ripresa è sempre di marca Vecino, che stacca male di testa e spreca da buona posizione. Forse nel miglior momento della squadra di Conte, arriva il vantaggio dei padroni di casa. Recupero palla di Higuain, tocco per Alex Sandro che pesca Matuidi in profondità. Sul cross basso del francese ci avventa CR7 che viene anticipato: il pallone vacante finisce tra i piedi di Ramsey che segna il più facile dei gol da ottima posizione: 1-0 Juventus! A quel punto gli ospiti si incartano, mentre Sarri insiste ed aumenta il peso dell’attacco con Dybala. Proprio la Joya fa 2-0 al termine di un’altra grande azione corale dei bianconeri. Scambio con Ramsey da parte dell’argentino, finta su Young e conseguente tocco di mancino esterno su cui Handanovic non ha colpe: 2-0 e Inter tramortita. A questo punto la Goeba comincia a gestire facendo possesso palla nella metà campo avversaria, mentre l’Inter non trova la forza di reagire. L’unica occasione ospite porta la firma di Eriksen (entrato a metà ripresa) che calcia alto ad un quarto d’ora dalla fine da buona posizione. L’undici di Sarri sfiora anche per due volte il 3-0 con Ronaldo: prima il suo tiro da fuori sfiora l’incrocio, poi la conclusione di sinistro in diagonale dopo lo scambio con Dybala esce di pochissimo alla destra di Handanovic. Finisce così: 2-0 Juve, con un successo che può escludere i nerazzurri dalla corsa scudetto.

Juventus-Inter: il tabellino della gara

MARCATORI: 10′ st Ramsey, 23′ st Dybala;

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro (24′ st De Sciglio); Ramsey, Bentancur, Matuidi; Douglas Costa (14′ st Dybala), Higuain (38′ st Bernardeschi), Ronaldo. A disposizione: Pinsoglio, Buffon, Chiellini, Pjanic, Khedira, Danilo, Rugani, Rabiot. Allenatore: Sarri;

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva (30′ st Gagliardini), Vecino, Brozovic, Barella (15′ st Eriksen), Young; Martinez, Lukaku (32′ st Sanchez). A disposizione: Padelli, Berni, Godin, Ranocchia, Asamoah, Borja Valero, Esposito, D’Ambrosio, Biraghi. Allenatore: Conte

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata;

AMMONITI: Ronaldo (J); Skriniar, Vecino, Brozovic (I);

ESPULSI: dalla panchina Padelli (I) al 37′ st;

RECUPERO: 0′ e 4′.

Fonte immagine principale: Pagina Facebook ufficiale della Juventus
Print Friendly, PDF & Email

Scrivi