Siracusa: Goleada aretusea al De Simone

PUBBLICITA

Campionato di Eccellenza/ Girone B – 22ᵃ Giornata.

ASD Città di Siracusa vs Atletico Catania

 

Stadio Nicola De Simone di Siracusa, ore 15,00.

Risultato finale: 10-3

Marcatori: La Delfa (Sr, 13′ PT), Mascara (Sr, 17′ 18′ 39′ PT), Montagno (Sr, 21′ e 25′ PT), Napoli (Atl. Ct, R. 24′ PT), Sciuto (Atl. Ct, R. 15′ ST), Fiorentino (Sr, 25′ ST), Catania (Sr, 30′ 31′ ST), Sferlazzo (Atl. Ct, 38′ ST).

Arbitro: Pavano di Enna.

1° Assistente: Sorace di Catania.

2° Assistente: Vasques di Siracusa.

Giornata soleggiata, terreno di gioco in perfette condizioni, poco pubblico presente, curva Anna assente per protesta.

 

Un Siracusa pimpante entra in campo contro un Atletico Catania in versione Under.

Il tabellino del primo tempo è ricco di azioni aretusee.

Si gioca a una porta sola e il fanalino di coda Atletico, non può fare altro che incassare una dopo l’altra le reti azzurre. Già al 3′ la prima ghiotta occasione la sciupa Fiorentino che mette a lato della porta difesa da Crisafulli. Un minuto dopo, un goal di Montagno, servito da Midolo viene annullato per fuorigioco ma preannuncia la serie di reti che di lì a poco saranno messe a segno dalla compagine aretusea di Mr Mascara.

Al 7′ Montagno ci riprova e, dopo una lunga cavalcata sulla fascia e aver schivato la difesa catanese, tira alto sopra la traversa. Al 10′ è Fiorentino che, a porta vuota, si mangia letteralmente un goal, con il portiere Crisafulli ormai fuori gioco. Un minuto dopo il Siracusa fa tremare, ancora una volta, la porta avversaria con un tiro che si stampa sulla traversa. Finalmente al 13′ è La Delfa a spezzare l’incantesimo, doppiando il portiere in area catanese e segnando il goal del vantaggio azzurro: è l’1-0.

Al 16′ Montagno ci riprova ma il pallone si perde alto sulla traversa. Poco dopo è Mascara che, stavolta, in area non sbaglia e su assist di Fiorentino porta il Siracusa sul 2-0. L’attaccante aretuseo è scatenato e, due minuti più tardi, al 19′ segna la doppietta servito impeccabilmente dal generoso Montagno che, due minuti più tardi, approfittando di uno svarione della difesa rosso azzurra, si rifà e segna la rete del 4-0. Gli azzurri rallentano e l’Atletico ne approfitta: Saitta si vede costretto a stendere un avversario in area, viene ammonito e subisce la rete su rigore, segnato in modo impeccabile da Napoli.

Palla al centro e si riparte; neanche il tempo di segnare sul taccuino il goal della bandiera per gli ospiti che Fiorentino, impietoso, porta le reti aretusee a cinque. Al 25′ è ancora Montagno che, servito da Mascara, dopo una cavalcata vincente sulla fascia, segna il 6-1 e, qualche minuto dopo, invece, fallisce la doppieta di poco. Al 39′ ci pensa Mascara a segnare la settima rete dopo una bella triangolazione con Montagno e Fiorentino.

Si va negli spogliatoi.

Nella ripresa entrambe le squadre operano le consuete sostituzioni.

Si riparte con un tiro del ‘solito’ Montagno che finisce di poco a lato della porta difesa da Gangi, subentrato tra i pali al posto di Crisafulli. Il ritmo cala, il Siracusa fa ‘melina’ ma l’Atletico non ci sta a perdere con un risultato quasi tennistico e, su ennesimo svarione della difesa aretusea, ottiene il secondo rigore, puntualmente segnato da Sciuto: è il 7-2. Al 25′ è l’ottimo Fiorentino a segnare l’8-2. Al 31′ Lele Catania, subentrato a La Delfa, non sbaglia e in area segna il 9-2, replicandosi due minuti dopo segnando la sua doppietta, su cross di Rossitto, dopo una bella azione corale degli azzurri che aveva visto mancare la rete con una traversa di Puzzo.

Negli ultimi minuti l’Atletico segna il 10-3 con Sferlazzo che approfitta di un’ingenuità di Saitta. L’ultima azione è ancora del Siracusa con Catania che smarca Montagno ma il suo tiro, ancora una volta, finisce sulla traversa, graziando Ganci. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi senza quasi aspettare il recupero.

Che dire: il risultato parla da sé e, al di là di certe (forse evitabili) disattenzioni azzurre, oggi si è stati anni luce lontani da certi scontri del passato tra le due compagini che si affrontavano con agonismo e animosità, regalando emozioni ai rispettivi tifosi.

Domenica prossima si torna nel catanese per affrontare il Viagrande.

a cura di: Carla Vallone

PUBBLICITA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

NFT: cosa sono e perché stanno guadagnando popolarità

Che cosa sono gli NFT? Ecco i motivi di tanta popolarità, in una rivoluzione digitale che cambia per sempre il concetto di proprietà, collezionismo e arte.

Campania, aumentano i tratti di mare balneabile

Arpac ha divulgato un nuovo aggiornamento sulle acque balneabili della Regione Campania: i dettagli. Lunedì 15 aprile ha avuto inizio il monitoraggio delle acque di...

Una giornata ai Castelli Romani: cultura, natura e gastronomia

I Castelli Romani, gioiello incastonato nel cuore del Lazio, offrono un rifugio perfetto per chi cerca una fuga dalla frenesia della città

Impatti del 5G sulla produzione di contenuti multimediali

Nel panorama attuale dell'industria dei contenuti multimediali, un'evoluzione significativa sta prendendo forma sotto l'impulso della quinta generazione di tecnologie di telefonia mobile, comunemente nota come 5G.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA