" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Quando acquisti un quadro da voler appendere in casa, la prima cosa che sorge spontaneo chiedersi è come lo si potrebbe valorizzare mediante la luce giusta, che non sia troppo calda né troppo fredda, né troppo soffusa e nemmeno troppo accecante?

Ebbene, la soluzione è più semplice di quanto si possa pensare: ti basterà acquistare dei faretti Led per le pareti dei tuoi ambienti.

Ma entriamo più nello specifico!

Come scegliere la luce giusta per i propri quadri

Di solito si pensa che l’illuminazione sia l’ultima cosa a cui pensare quando si arreda o decora la propria casa o ufficio. Eppure non è così, perché quella giusta può rendere l’ambiente più confortevole e più caldo, così da rilassare chi intende passarci del tempo. Lo stesso vale per un quadro, che illuminato adeguatamente acquista più intensità e valore agli occhi di chi lo ammira. Se poi il tuo quadro è di valore o semplicemente vuoi farlo notare agli altri, non si può lasciare che si confonda con tutto il contesto circostante.

La parete è lo sfondo e luci devono risvegliare i contrasti dell’opera; solo dosando correttamente l’intensità della luce e con la giusta temperatura, il colore, nonché l’inclinazione, puoi ottenere un ottimo risultato.

Faretti Led, la giusta soluzione

Con l’evoluzione della tecnologia dei faretti Led, il risultato è che il soggetto illuminato non si surriscalda ed è utilizzato nei museo per questo motivo, nonché per i vantaggi sopra citati della valorizzazione mediante corretta illuminazione.

Un altro vantaggio è rappresentato dal risparmio economico, oltre che un punto a favore della tutela dell’ambiente, maggiormente per spazi molto ampi come i musei o le gallerie d’arte e via dicendo, ove è costantemente presente l’illuminazione diurna e serale ogni giorno, per tutto l’anno.

Inoltre, i faretti Led non emettono raggi UV, che potrebbero danneggiare la pittura. Va ricordato che se un’opera è illuminata in modo errato o poco, rischierai di farle perdere potenziale e valore.

Come scegliere il faretto Led

Il primo passo è la scelta dell’apparecchio, che dovrà essere né troppo grande né troppo esile, ma dovrà adattarsi al tuo dipinto andando ad illuminare uniformemente la raffigurazione complessivamente e non parzialmente.

Il secondo passo è la scelta di una luce Led di qualità, dal colore caldo così che opere dai colori intensi possano apparire ancora più accese quando colpite dall’illuminazione ottimale.

Assicurati che la pittura non sia esposta direttamente al sole, che potrebbe danneggiarla; inoltre, si consiglia di non appenderla tra due finestre perché, a contatto con l’interferenza esterna, gli occhi di chi la osserva potrebbero non vederla bene.

Il terzo passo è il posizionamento: si pone in modo tale da permettere un’illuminazione direzionata dall’alto verso il basso e non viceversa, per non rischiare di creare ombre che possano incupire quanto visionato.

L’ultimo punto che si deve prendere in considerazione è la tipologia di dipinto che si vuole valorizzare. Se si tratta di opere che si avvicinano o sono di stile classico, allora sarebbe opportuno preferire luci non troppo luminose poiché poste ad una poca distanza dal quadro. Nel caso di luci che debbano illuminare opere più tendenti verso lo stile moderno allora si consiglia una luce montata sul soffitto poiché richiamano l’atmosfera che si ritrova quando si visita una galleria moderna, quindi montato il faretto ad un angolo di trenta gradi, si dà vita ad una prospettiva a dir poco perfetta.

Insomma, concludendo, puoi trovare faretti di tutte le dimensioni e di tutti i modelli, per qualunque opera che vuoi illuminare. L’importante è ricordare questi semplici suggerimenti e non dimenticare che il faretto Led è la scelta giusta non solo per te, ma anche per l’ambiente e per il tuo quadro, che merita sempre una coccola in più che lo faccia splendere.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "