Il lampadario classico è un evergreen non passa mai di moda e trova un buon utilizzo in molti appartamenti.

Tempi e materiali dei lampadari classici

Il lampadario fin dal Medioevo, oltre ad essere un oggetto utile ad illuminare le stanze, è anche un oggetto di ornamento sopratutto nei castelli. In epoca medioevale i lampadari venivano costruiti a foggia di cerchio o di corona, altri a forma di croce disposta orizzontalmente.

Lo stile gotico invece preferisce linee più semplici e strutture con fusto rigido e tanti bracci che si dipartono a uno o più ordini. Il materiale preferito per la costruzione dei lampadari in queste epoche è per l’appunto il ferro e tale predilezione continua fino al Rinascimento, periodo nel quale il lampadario si arricchisce di materiali ornamentali, quali il vetro, la porcellana o pietre dure.

Ai giorni nostri i lampadari classici sono un oggetto di prestigio, danno un tocco di retrò negli ambienti in cui sono installati, sembra di tornare indietro nel tempo quando potevamo trovarli nella sale dove si svolgevano banchetti o feste nelle corti.

I lampadari in vetro di Murano, ferro battuto e cristallo

Delle vere e proprie opere d’arte sono i lampadari classici fabbricati in vetro di Murano, ferro battuto od in cristallo e si prestano perfettamente a svolgere la funzione di illuminazione centrale delle stanze. Sono ideali per gli spazi come i grandi soggiorni o le camere da letto. Vanno ultimamente di gran moda anche i lampadari classici installati nei bagni o nelle cucine che fanno da contrasto al moderno.

Una caratteristica del lampadario classico antico è la sua capacità di proiettare sulle pareti e sul soffitto giochi di luce e ombre pressoché irripetibili, tutto ciò anche grazie al materiale di costruzione del lampadario stesso, ad esempio il cristallo o vetro di Murano, che proietta sul soffitto dei giochi di luce molto belli da vedere.

L’interruttore e le lampadine del lampadario classico

Assume notevole importanza anche l’interruttore da abbinare. Con il variatore di luce, ad esempio, si può creare una luce fioca in cui sembra di ritrovarsi indietro nel tempo. Ma non è solo la luce che può essere adeguata alle diverse esigenze nei vari momenti della giornata o nelle diverse occasioni. Notevole importanza riveste la scelta delle lampadine, per  le riproduzioni più fedeli dei lampadari classici e antichi, si consiglia l’impiego di lampadine a goccia o a fiamma. Per gli amanti del genere, esistono anche lampadine a forma di candele.

Risparmio Energetico

Anche per illuminare i lampadari classici si possono utilizzare lampadine led, che oltre a consentire il risparmio energetico, garantisce soluzioni ottimali quando servono più fonti di luce di dimensioni modeste come nel caso di questo tipo di lampada.

Print Friendly, PDF & Email